L'opera dell'artista Dicò ha invaso largo La Foppa

Milano come New York. In zona Moscova, al centro di largo La Foppa, è infatti comparsa una statua misteriosa alta oltre 2 metri e 50 raffigurante la Statua della Libertà, simbolo della Grande Mela e degli Stati Uniti, di colore fucsia con macchie di vernice lungo tutta la tunica e non solo. C’è un dettaglio particolare: al posto della Dea Ragione, compare il volto di Vladimir Putin, mentre al posto della fiaccola la mano destra della statua tiene una pistola puntata verso il cielo. 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da DICÒ™ (@dico_thefireartist)

In queste ore il profilo Instagram dell’artista pop art Dicò ha pubblicato delle foto della statua, rivendicandone l’appartenenza. Il post è stato accompagnato da alcune parole dell’artista che ne lasciano intuire il significato: ‘It always seems impossible until it’s done. Freedom is not a gun’. La prima citazione è di Nelson Mandela, premio Nobel per la pace. ‘Sembra sempre impossibile, finché non viene fatto’. La seconda frase – ‘la Libertà non è una pistola’ – è invece dell’artista, che sembra evidenziare come troppo spesso la libertà venga strumentalizzata come mezzo e come giustificazione per avviare delle guerre.

L’artista Dicò si è presentato personalmente a largo La Foppa e ha firmato l’opera. Dicò si è poi spostato a pochi passi da Moscova per l’inaugurazione della sua nuova galleria temporanea in corso Garibaldi all’angolo con via Palermo. La galleria è aperta al pubblico tutti i giorni da oggi al 31 dicembre. L’opera della Statua della Libertà con il volto di Putin sarà trasferita all’interno della galleria.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata