Sciopero generale, venerdì nero: disagi e traffico in tilt

Trasporti fermi per 24 ore. Tra le richieste portate ci sono aumenti, nuove assunzioni e il diritto al pensionamento a 60 anni o con 35 anni di contributi

Come previsto, il traffico è congestionato in questo venerdì nero per lo sciopero generale. L'agitazione, dell'ntera giornata del 26 ottobre, coinvolge anche i sindacati Sgb, Cub, SI Cobas, Usi-Ait e Slai Cobas del trasporto pubblico. Previsti disagi anche in altri servizi della pubblica amministrazione: sanità, poste, scuola, raccolta rifiuti. Tra le motivazioni dell'agitazione sindacale ci sono quelle espresse dal personale Ata della scuola. Tra le richieste portate ci sono "aumenti veri in busta paga, assunzioni che ripristinino organici sufficienti, il rispetto della dignità del personale ATA, il diritto al pensionamento a 60 anni o con 35 anni di contributi".

A spiegare i motivi dell'agitazione è stata la stessa Cub che in una nota ha ricordato che "10 milioni di persone in Italia vivono sotto la soglia di povertà", che ci sono "oltre tre milioni di disoccupati" e che "col jobs act siamo tutti licenziabili". Lo sciopero serve quindi per chiedere "il ripristino dell'articolo 18 per tutti i lavoratori", "la riduzione dell'orario di lavoro a parità di salario", la "sanità gratuita e il diritto alla casa per tutti". E ancora: "Reddito minimo garantito" e "pensione a sessanta anni o con trentacinque anni di contributi". Per quanto riguarda Trenitalia l'agitazione va dalle 21 del 25 ottobre e alle 21 del 26 ottobre 2018. Viaggiano regolarmente le Frecce e per gli altri treni nazionali si prevedono ripercussioni molto limitate. Assicurato inoltre il collegamento fra Roma Termini e l'aeroporto internazionale Leonardo da Vinci di Fiumicino. Per i treni regionali si ricorda che sono garantiti i servizi essenziali assicurati per legge nei giorni feriali, nelle fasce orarie più frequentate dai viaggiatori pendolari (6-9 e 18-21).

A Roma l'agitazione interessa i collegamenti Atac (bus, tram, metropolitane, ferrovie Termini-Centocelle, Roma-Lido, Roma-Civitacastellana-Viterbo) e le linee periferiche gestite dalla Roma Tpl. Lo stop previsto è di 24 ore. Queste le fasce di garanzia: servizio regolare fino alle 8,30 e dalle 17 alle 20. I varchi delle Zone a traffico limitato del Centro e di Trastevere non saranno attivi. Il transito sarà consentito anche ai veicoli privi di permesso. Sul Grande Raccordo Anulare circolazione sostenuta sull'intero anello. In carreggiata interna code a tratti dalla Cassia bis alla Roma-Fiumicino; in esterna da Casalotti alla Nomentana. Congestionato il Tratto Urbano della A24: 5 km di code dal Raccordo alla Tangenziale est verso il centro. Incolonnamenti sulla Roma-Fiumicino dal Raccordo a via Newton verso l'Eur; nel senso di marcia opposto dalla Colombo a via del Cappellaccio verso il Raccordo. Sulla Pontina si sta in fila da Tor De' Cenci a viale Europa verso l'Eur. Verso l'Eur disagi anche sulla Cristoforo Colombo da Acilia a Malafede; stessa situazione sulla via del Mare da Dragona a Centro Giano. Le consolari sono trafficate verso Roma. Code sulla Cassia da La Storta a Tomba di Nerone, sulla Flaminia da Prima Porta a Tor di Quinto, e infine sull'Appia da Ciampino a Capannelle. Lo comunica Astral Infomobilità.

A Milano l'agitazione per bus e metro è annunciata dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 a fine servizio. Trenord annuncia che giovedì 25 ottobre viaggiano regolarmente i treni già in corsa o con partenza prevista prima delle ore 21 e che arrivano a destinazione entro le ore 22 mentre venerdì 26 ottobre viaggiano i treni o nelle fasce orarie garantite 6-9/18-21. Previsti anche bus non stop per le tratte Milano-Cadorna e Malpensa-Aeroporto Malpensa Aeroporto-Stabio. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata