Nell'immagine diffusa dal soccorso alpino la possibile prova di una delle ipotesi avanzate anche dalla procuratrice di Verbania

Forchettone Mottarone

Nell’immagine si vede il “forchettone”: la staffa rossa di metallo che tiene sempre aperte le ganasce

Prende piede l’ipotesi di un forchettone inserito sulle ganasce del sistema frenante dietro l’incidente che domenica ha provocato 14 morti sulla funivia Stresa-Mottarone. Ad avallare tale tesi le immagini scattate sul luogo dell’incidente subito dopo la tragedia. Nello specifico, si tratta di due foto diffuse rispettivamente dal soccorso alpino e dai vigili del fuoco e in cui si vede una staffa di colore rosso, definita in gergo proprio “forchettone”, che solitamente viene inserita per disattivare i freni.

Una tesi su cui nelle ultime ore si è espressa anche la procuratrice di Verbania Olimpia Bossi parlando di “errore umano”. “Se sia stato rimosso e non sia stato inserito fa parte delle ipotesi che andranno verificate”, ha dichiarato il magistrato. Tornando alla morsa incriminata, come spiegano alcuni tecnici si tratta di un elemento utilizzato a tenere sempre aperte le ganasce del freno e che solitamente viene inserito quando le cabine sono vuote.

Quando invece ci sono persone a bordo questa morsa deve essere sempre tolta così da consentire il normale funzionamento del sistema frenante. 

Il parere dell’esperto

“Non conosco nel dettaglio la morsa, o forchettone, che figura dalle immagini riportate dai media della funivia del Mottarone, perché usiamo altri tipi di dispositivi, ma posso confermare che tale sistema per disabilitare i freni esiste, e ha una sua funzione ben precisa, cioè di tenere sempre aperte le ganasce del freno, impedendone l’attivazione in caso di necessità. Ma è un’operazione che deve essere fatta quando la cabina è vuota, durante le fasi di manutenzione”. È quanto spiega a LaPresse Pier Giacomo Giuppani, ingegnere e consulente tecnico dell’Associazione nazionale Esercenti funiviari. L’ipotesi che un ‘forchettone’ rimasto inserito sia alla causa del mancato funzionamento del sistema frenante è al vaglio della Procura di Verbania . “Ma io non posso confermare assolutamente che sia accaduto ciò – precisa Giuppani – dico solo che il forchettone viene utilizzato normalmente quando ad esempio c’è un guasto del sistema idraulico della centralina dei freni. In questo caso si procede all’apertura manuale del freno consentendo il recupero delle persone a bordo della cabina presso la stazione più vicina dopo aver accertato che non ci siano altre anomalie nel sistema frenante. È un’operazione che viene fatta manualmente e viene prevista nei manuali di uso e manutenzione fornita dai costruttori. Ma è qualcosa che avviene solo in casi di emergenza e con un controllo ben preciso”

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata

Tag: