L'armatore Giacalone: "Non bastavano i rischi con la Libia, ora ci impediscono di pescare nel Mediterraneo". Era uno dei pescherecci già abbordato dai militari libici il 3 maggio

Ancora un attacco ad un peschereccio di Mazara del Vallo, ancora una volta nel mirino una delle barche dell’armatore Giacalone. Il peschereccio ‘Michele Giacalone’ è stato colpito da un fitto lancio di pietre da parte di una decina di imbarcazioni battenti bandiera turca nelle acque a nord est dell’isola di Cipro. La barca è stata poi più volte speronata e ci sono stati un paio di tentativi di abbordaggio. L’armatore Giuliano Giacalone ha dato l’allarme spiegando che la sua nave si trova in acque internazionali. Nell’area si sta dirigendo un elicottero della marina militare italiana. Il peschereccio di Mazara del Vallo lo scorso 3 maggio venne abbordato dalla guardia costiera libica nel tratto di mare davanti a Bengasi, mentre alcuni giorni dopo un altro peschereccio, l’Aliseo, è stato mitragliato nelle acque davanti a Misurata.

Prima in Libia, ora a Cipro

“Non bastavano i rischi e i problemi con la Libia, ora ci viene impedito di pescare anche in pieno Mediterraneo. Vorrei sapere dal governo dove possiamo andare a pescare senza rischiare la vita”. Lo dice l’armatore Luciano Giacalone dopo aver lanciato l’allarme per una sua nave colpita da una sassaiola nel tratto di mare a nord est di Cipro da parte di una decina di imbarcazioni turche. “Il mio peschereccio insieme ad un altro mazarese, il ‘Sangiorgio I’, si trovava in acque internazionali davanti la Siria, quando è stato attaccato dai turchi. Ci hanno detto che non dovevamo più pescare lì”, ha aggiunto.

Gli aggiornamenti da Cipro

Alle 10.10 circa, nelle acque a nord di Cipro, si è verificata un’interazione tra un imprecisato numero di pescherecci turchi e due pescherecci nazionali, il Giacalone e San Giorgio I. È quanto rende noto la Marina militare italiana. I pescherecci turchi hanno lanciato materiali (pietre e fumogeni) e realizzato manovre cinematiche ravvicinate (una delle quali è sfociata in un contatto con il motopesca Giacalone, che ha riportato danni lievi).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata