La vittima ha dato l'allarme al 112: l'aggressore ha sfasciato la vetrina del negozio

(LaPresse) Ha spaccato i mobili e la vetrina di un’agenzia di pompe funebri perché a suo dire il titolare era in debito con lui di 500 euro. Per questo un muratore di 24 anni è stato arrestato dai carabinieri di Torino. Il giovane si è presentato presso un’agenzia di Moncalieri, nell’hinterland torinese, e ha preteso la somma di 500 euro per un presunto debito. Al rifiuto del titolare lo ha prima minacciato di morte e poi aggredito fisicamente. Prima di lasciare il locale ha inoltre danneggiato diversi componenti di arredo e la vetrina. La vittima ha quindi chiamato il 112 e l’immediato intervento dei carabinieri della locale Compagnia ha permesso di bloccare l’aggressore poco distante dal negozio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata