Così il legale degli agenti della sicurezza egiziana

(LaPresse) – “Mi aspetto un processo sereno, che si faccia un procedimento come va fatto e qualora non ci sia un rinvio che il giudice valuti tutte le questioni anche preliminari. Dall’Egitto non ho notizie del mio assistito.” Così l’avvocato di uno degli 007 coinvolti nel processo per l’omicidio di Giulio Regeni. Oggi a Roma si tiene la prima udienza.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata