Torino, 11 nov. (LaPresse) – "Tutti i vaccini di prima generazione corrono un rischio apprezzabile di essere indeboliti dall'evoluzione del virus, sarà importante continuare lo sviluppo di un ulteriore vaccino Covid-19 dopo la scoperta di un primo vaccino sicuro ed efficace. Prevedere quando e come si evolverà la resistenza fornirà informazioni importanti su ciò che deve essere monitorato negli studi di fase IV dopo il lancio del vaccino". È il monito sulla resistenza al vaccino contro il coronavirus lanciato in uno studio da David A. Kennedy e Andrew F. Read del Center for Infectious Disease Dynamics dell'Università della Pennsylvania, pubblicato su PLOS-Public Library of Science Biology. "Il mondo ha urgente bisogno di un vaccino contro il COVID-19, proprio come in precedenza il mondo aveva bisogno di farmaci contro la tubercolosi e HIiv. Si è tentati di lasciare le preoccupazioni evolutive fino a dopo l'introduzione di un vaccino. Ma come abbiamo visto nel caso della tubercolosi e dell'Hiv, l'evoluzione della resistenza può rapidamente minare gli interventi appena scoperti. Imparando dalle soluzioni alle precedenti sfide evolutive, possiamo fare di meglio contro il COVID-19". I ricercatori suggeriscono di riutilizzare i campioni da studi clinici sul COVID-19 per valutare il potenziale di resistenza al vaccino prima della licenza del vaccino stesso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata