La scorsa settimana era di 0,78. Un dato che aveva consentito al Paese di avere tutte le regioni in zona gialla

Scende per la terza settimana consecutiva l’indice Rt del Covid in Italia. Secondo il consueto monitoraggio della cabina di regia del venerdì, nell’ultima settimana si attesta a 0,72. La scorsa settimana era di 0,78  . Un dato che aveva consentito al Paese di avere tutte le regioni in zona gialla.

Rt e incidenza 

L’incidenza media di trasmissione del Covid, secondo gli esperti della cabina di regia e dell‘Istituto Superiore di Sanità, scende a 47 su 100mila abitanti. Questa settimana continua il calo nell’incidenza settimanale (51 per 100.000 abitanti (17/05/2021-23/05/2021) vs 73 per 100.000 abitanti (10/05/2021-16/05/2021) dati flusso ISS). La campagna vaccinale progredisce sempre più velocemente e l’incidenza è molto vicina a livelli (50 per 100.000) che permetterebbero il contenimento dei nuovi casi”. E’ quanto fa sapere l’Iss.

I ricoveri in terapia intensiva e nei reparti ordinari

“Questa settimana, nessuna Regione supera la soglia critica di occupazione dei posti letto in terapia intensiva o area medica. Il tasso di occupazione in terapia intensiva è sotto la soglia critica, pari al 15%, con una diminuzione nel numero di persone ricoverate che passa da 1.689 (18/05/2021) a 1.323 (25/05/2021). Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale scende ulteriormente (14%). Il numero di persone ricoverate in queste aree passa da 11.539 (18/05/2021) a 8.577 (25/05/2021)”.

 “Tutte le Regioni sono classificate a rischio basso e hanno in indice Rt medio inferiore a 1, e quindi una trasmissibilità compatibile con uno scenario di tipo uno”.

La circolazione delle varianti del Covid

Secondo la bozza del monitoraggio dell’epidemia, la prevalente circolazione in Italia della variante inglese (nota B.1.1.7) e l”a presenza di altre varianti che possono eludere parzialmente la risposta immunitaria, richiede tuttavia di continuare a monitorare con attenzione la situazione e mantenere cautela e gradualità nella gestione dell’epidemia“. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata