Il direttore dell'Organizzazione Tedros Adhanom Ghebreyesus: "Siamo ancora lontani dalla fine. Ma abbiamo molte ragioni per essere ottimisti"

“Siamo a un punto critico della pandemia ora, la curva della pandemia è in crescita”. Lo ha dichiarato la dottoressa Maria Van Kerkhove dell’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) durante il briefing precisando che il numero dei contagi “cresce in maniera esponenziale” e “questo non è il punto al quale vorremmo essere dopo 16 mesi di pandemia e quando abbiamo mezzi per contrallare” il contagio “che funzionano”.

Per il direttore dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus “la pandemia Covid-19 è ancora lontana dalla fine. Ma abbiamo molte ragioni per essere ottimisti”. “Il calo dei casi e dei decessi durante i primi due mesi dell’anno mostra che questo virus e le sue varianti possono essere fermati”, ha precisato.

“Diversi Paesi in Asia e Medio Oriente hanno registrato un forte aumento dei casi di Covid-19. Ciò nonostante il fatto che più di 780 milioni di dosi di vaccino siano state ora somministrate a livello globale – ha continuato  Tedros Adhanom Ghebreyesus – A gennaio e febbraio, il mondo ha visto sei settimane consecutive di calo dei casi di coronavirus. Ora abbiamo assistito a sette settimane consecutive di aumento dei casi e quattro settimane di aumento dei decessi. La scorsa settimana è stato registrato il quarto più alto numero di casi in una sola settimana finora”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata