Nel nostro Paese risale anche l'incidenza

Non cala il numero dei decessi giornalieri causati dal coronavirus in Italia. Tra tutti gli indicatori resta senza dubbio quello che preoccupa maggiormente, con 477 nuove vittime anche ieri dopo le 499 di due giorni fa e un bilancio che parla ormai di 89.820 morti dall’inizio della pandemia. Una curva che resta stabile ma purtroppo verso l’alto, e che rappresenta l’unico dato che non si riesce ancora a tenere sotto controllo. Come invece sembra al momento la pressione sugli ospedali, con i posti letto occupati, sia in regime ordinario che nelle terapie intensive, che diminuiscono costantemente. Anche ieri 69 pazienti in meno in rianimazione (in totale ora sono 2.145) e 246 in meno nei normali reparti (20.071). Numeri che permettono a strutture e personale sanitario di fronteggiare l’emergenza senza criticità e che, se continueranno a scendere, daranno ancora un po’ di respiro alle regioni italiane, ora quasi tutte in zona gialla.

Risale però l’incidenza dei positivi rispetto ai test effettuati: sono infatti 13.189 i nuovi casi, a fronte di 279.307 controlli tra tamponi molecolari e test antigenici. Il tasso di positività è del 4,72%, dopo che ieri era sceso al 3,95%. Dall’inizio della pandemia sono 2.593.790 i contagi nel nostro Paese. Tra i pazienti che hanno contratto il Covid, però, 2.059.248 sono guariti. Nelle ultime 24 ore toccano quota 15.748 i nuovi guariti. E anche gli attualmente positivi sono in calo, 434.722, 3.043 in meno di ieri.

Arriva invece da Varese una nuova tegola: è in corso di valutazione nell’ospedale cittadino dell’Asst Sette Laghi il primo caso di variante sudafricana di Sars-Cov-2, ad oggi, osservato in Italia. Si tratta, spiega la locale azienda sanitaria, di “un uomo, rientrato nei giorni scorsi da un Paese dell’Africa australe all’aeroporto internazionale di Malpensa, risultato positivo a un tampone eseguito presso l’ospedale di Varese”. L’uomo è attualmente ricoverato nello stesso ospedale, dove la variante è stata identificata dal laboratorio di Microbiologia. Il campione sarà inviato per la conferma prevista all’Istituto superiore di sanità.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata