Lombardia, Sicilia e Bolzano con le restrizioni più dure. Il monitoraggio settimanale: "Rt nazionale sale a 1.09"

L’indice di trasmissibilità Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 1,09 (range 1,04 – 1,13) in aumento da cinque settimane. E’ quanto si legge nella bozza di monitoraggio settimanale del ministero della Salute e Istituto superiore di Sanità.

“Si osserva un aumento complessivo del rischio di una epidemia non controllata e non gestibile nel Paese dovuto ad un aumento diffuso della probabilità di trasmissione di SARS-CoV-2 in un contesto in cui l’impatto sui servizi assistenziali rimane alto nella maggior parte delle Regioni/PPAA”, prosegue il report. 

L’Iss ooserva “un peggioramento generale della situazione epidemiologica nel Paese” con l’incremento dell’incidenza “comunque contenuto grazie alle misure di mitigazione adottate nel periodo festivo”. 

Da quanto si apprende, il Ministro della Salute Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia, firmerà nelle prossime ore una nuova ordinanza che andrà in vigore a partire da domenica 17 gennaio. Passano in area rossa la provincia autonoma di Bolzano e le Regioni Lombardia e Sicilia. Passano in area arancione le Regioni Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Umbria e Valle D’Aosta. Restano in area arancione Calabria, Emilia-Romagna e Veneto. Campania, Sardegna, Basilicata, Toscana, Provincia Autonoma di Trento, Molise resterebbero in giallo. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata