Cala invece al 10% il tasso di positività

È un quadro fatto di luci e ombre, come spesso accade, quello dipinto oggi dai dati del ministero della Salute sull’epidemia di coronavirus in Italia. Aumentano ancora i decessi giornalieri, 616 (ieri erano stati 448) che portano il totale a 79.819, a un passo dalla soglia psicologica delle 80mila vittime legate al Covid-19 nel nostro Paese. Una flebile luce arriva invece dal numero dei nuovi casi e soprattutto dall’incidenza percentuale rispetto ai tamponi processati. Sono infatti 14.242 i contagi in un giorno, ma su 141.641 test, ben 50mila in più rispetto a ieri (quando i casi erano stati 12.532). Il tasso di positività scende così al 10%, 3,6% in meno del dato di ieri: è la prima volta dopo alcuni giorni che la percentuale di positivi rispetto ai tamponi torna a calare. Un dato che apre alla speranza nei giorni decisivi per comprendere l’impatto sul contagio dello shopping prenatalizio e delle festività da poco trascorse, mentre il Governo sta cercando con Cts e Regioni di trovare la quadra delle misure da varare nel nuovo Dpcm, per contemperare il contenimento dell’emergenza sanitaria con una graduale ripresa delle attività. Una ripresa per la quale sarà fondamentale la velocità della campagna vaccinale, che ora sembra aver davvero ingranato nel nostro Paese. Sono infatti già 731.539 le dosi di vaccino anti-Covid somministrate in Italia, secondo il bollettino del pomeriggio.

Con i nuovi casi registrati, sono ora 2.303.263 i contagi da coronavirus dall’inizio della pandemia. Ma il numero degli attualmente positivi è in calo per il secondo giorno consecutivo: -5.939, che portano il totale a 570.040. Questo anche grazie alla crescita dei nuovi guariti: 19.565, contro i 16.035 di ieri. Dall’inizio della pandemia in Italia 1.653.404 persone sono guarite, sconfiggendo il virus che sta mettendo in ginocchio il mondo intero.

Un ulteriore dato non negativo arriva dalle terapie intensive, in calo: 6 in meno di ieri (ma con 196 ingressi), per un totale di 2.636. In aumento invece i ricoveri nei reparti ordinari: 109 in più rispetto a ieri. Ora in Italia sono occupati da pazienti Covid 23.712 letti ospedalieri.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata