La ministra dell'Interno chiede "senso di responsabilità": "Non ci saranno cedimenti davanti alle violazioni"

Luciana Lamorgese chiede agli italiani “responsabilità” e “autocontrollo” durante questi giorni di festa ma avverte: “Le forze di polizia non avranno cedimenti davanti a violazioni o comportamenti scorretti”. 

La ministra dell’Interno lo ha dichiarato in un’intervista al quotidiano “Il Messaggero” nel primo giorno “rosso” di queste festività di fine anno. “La curva dei contagi – afferma il capo del Viminale – evidenzia un andamento ancora sostenuto per cui non ci possiamo permettere cedimenti nel rispetto delle regole. Per questo non mi stanco di far leva sul senso di responsabilità, per evitare che anche in queste feste di Natale si ripetano quei comportamenti disinvolti che si sono verificati la scorsa estate”.

“Mi rendo conto che ci sia una gran voglia di tornare alla normalità, superando restrizioni e divieti”, aggiunge Lamorgese, ma “dobbiamo ricordarci che siamo all’apice di una pandemia, per di più con un nuovo ceppo in circolazione, per alcuni mesi ancora non sarà possibile abbassare la guardia“. Rispetto a cenoni e veglioni “soltanto il senso di responsabilità e l’autocontrollo potranno evitare l’esplosione dei contagi dopo le feste di Natale. Le forze di polizia hanno agito con umanità ed equilibrio: questo, però, non vuol dire che ci saranno cedimenti davanti a violazioni e comportamenti scorretti”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata