Sono risultati positivi i componenti di una famiglia di Loreto

 È stato isolato nelle Marche il primo caso della variante inglese del coronavirus. Lo riporta il quotidiano ‘Il resto del Carlino’, nelle pagine di Ancona. A risultare positivi alla variante, i componenti di una famiglia che, però, non risulta essere stata nel Regno Unito o all’estero nelle ultime due settimane. Il virus è stato identificato nel reparto di virologia degli Ospedali Riuniti di Ancona. La famiglia, che vive a Loreto, è in isolamento. 

Era già in isolamento la famiglia originaria di Loreto, in provincia di Ancona, all’interno della quale è stato individuato il caso di positività alla variante inglese del coronavirus. “Erano risultati positivi al tampone già alla metà di dicembre, tra il 16 e il 18 – spiega a LaPresse il professore Stefano Menzo, che dirige la Virologia degli ospedali Riuniti di Ancona, nel cui laboratorio è stata isolata la variante -. Periodicamente effettuiamo delle analisi ulteriori per individuare possibili varianti ed è da questi screening che è saltata fuori la variante inglese”.

Nessuno dei componenti del nucleo, tuttora in isolamento domiciliare, ha riferito di aver avuto contatti diretti o indiretti con persone di ritorno dal Regno Unito, segno che “la variante era già presente in Italia”. “Sono Stati con intensi interscambi – sottolinea – Sarebbe assurdo pensare che non si scambino anche i virus”. Per loro, dunque, non sono scattate misure particolari, ma la consueta prassi dell’isolamento e della vigilanza sanitaria. “Sono tutti paucisintomatici – fa sapere Menzo -. Stanno bene”. La variante inglese “non è più aggressiva clinicamente”.

“I nostri colleghi inglesi riferiscono solo di una maggiore trasmissibilità del virus – spiega -. Le Marche non sono densamente popolate, ci sono da aspettarsi altri casi in altri territori maggiormente abitati”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata