Sono 24.099 nuovi casi nelle ultime 24 ore

La curva dei contagi Covid in Italia non accenna a scendere, anzi registra un lieve aumento mentre il numero dei morti in 24 ore scende rispetto ai quasi mille di giovedì, ma resta altissimo.

I dati del bollettino del ministero della Salute sulla situazione Covid in Italia vedono il Paese ancora stretto nella morsa del virus.

Con 24.099 nuovi casi nelle ultime 24 ore (1.688.939 il totale da inizio pandemia) su 212.741 test eseguiti, in calo rispetto ai 226.729 del giorno prima, il rapporto positivi-tamponi si attesta all’11,32% contro il 10,24% del giorno prima.

Altro dato che non accenna a diminuire in maniera sensibile è quello dei decessi: altri 814 morti in 24 ore, dato tra i più alti ma in calo rispetto al record di 993. Il totale dei morti da coronavirus nel nostro Paese sale a 58.852.

A dare conforto sono i numeri dei ricoveri che confermano il trend in discesa: secondo i dati odierni del ministero della Salute sono infatti 30 i pazienti in meno in intensiva rispetto a 24 ore fa, per un totale di 3.567. Gli ingressi odierni sono 201. Calano anche i ricoveri con sintomi, scesi di 572 pazienti per un totale di 31.200.

Sono oltre 870mila i guariti dal coronavirus in Italia da inizio pandemia: con l’incremento odierno di 25.576 il totale sale infatti a 872.385.

Numeri in calo per ricoveri e intensive anche in Lombardia (rispettivamente -233 per un totale di 6.792 e -14 per un totale di 822) che si conferma la regione in Italia con il maggior incremento di casi da coronavirus nelle ultime 24 ore: sono infatti 4.533 i nuovi casi per un totale di 423.548. 147 i decessi comunicati per un numero complessivo di 22.773.

I dati sono tali che anche dall’Iss arrivano severi ammonimenti rispetto alle prossime feste natalizie. “Sappiamo che in questa fase dell’anno le famiglie che vivono in luoghi diversi tendono a volersi riunire ma ci sono regole e vanno rispettare rigorosamente”, ha dichiarato il presidente dell’Iss, Silvio Brusaferro, in conferenza stampa.

“I valori di incidenza sono ancora alti anche se il trend è decrescente”, ha spiegato, precisando che anche se “la trasmissione ha raggiunto un Rt inferiore a uno, quello a 14 giorni è pari a 0.91, ma resta troppo elevata. La situazione è di miglioramento ma serve assolutamente grande attenzione. 20mila casi al giorno sono un numero ancora alto”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata