La ricerca sviluppata dalla controllata spagnola dell'azienda Usa: "Conservabile fino a 6 mesi a -20 gradi". L'Agenzia europea del farmaco avvia l'iter per l'ok

L’azienda statunitense di biotecnologie Moderna ha annunciato che il suo vaccino contro il coronavirus ha un’efficacia del 94,5%, stando ai dati preliminari ricavati dallo studio ancora in corso.

“Riteniamo che i nostri investimenti nella tecnologia di distribuzione dell’mRNA e nello sviluppo del processo di produzione ci permetteranno di conservare e spedire il nostro candidato vaccino contro il Covid-19 a temperature che si trovano comunemente nei congelatori e nei frigoriferi farmaceutici prontamente disponibili”, ha dichiarato Juan Andres, chief technical operations and quality Officer di Moderna. “Siamo lieti di presentare queste condizioni di stabilità estesa per l’mRNA-1273 alle autorità per l’approvazione. La possibilità di conservare il nostro vaccino fino a 6 mesi a -20° C, inclusi fino a 30 giorni in condizioni normali di frigorifero dopo lo scongelamento, è uno sviluppo importante e consentirebbe una distribuzione più semplice e una maggiore flessibilità per facilitare una vaccinazione su più ampia scala negli Stati Uniti e in altre parti del mondo”, ha aggiunto.

L’agenzia europea del farmaco (Ema) ha avviato la ‘rolling review’, la revisione continua, dei dati del vaccino sviluppato da Moderna Biotech Spain, controllata della casa madre americana. La decisione si basa “sui risultati preliminari di studi non clinici e primi studi clinici su adulti che suggeriscono che il vaccino innesca la produzione di anticorpi e cellule T (cellule del sistema immunitario, difese naturali) che prendono di mira il virus”, si legge in una nota.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata