Cortei contro le misure che cercano di arginare la pandemia in Spagna

Centinaia di persone si sono radunate nel centro di Barcellona per protestare contro la chiusura obbligatoria di bar, ristoranti e altre attività commerciali nell'ultimo tentativo di frenare il coronavirus in Spagna. La polizia ha usato i manganelli per disperdere i manifestanti che lanciavano pietre e recinzioni metalliche intorno al Municipio di Barcellona. Alcuni manifestanti si sono tolti le maschere e hanno gridato: “Questo è un furto! Questa è una truffa!". Le rivolte notturne sono le più violente che la Spagna abbia finora visto contro le restrizioni legate alla pandemia e fanno seguito a un malcontento simile in Francia, Italia e altri Paesi europei. Con 239 nuovi decessi, il bilancio totale è salito a 35.878 morti. La scorsa settimana il governo spagnolo ha ammesso che il conteggio reale dei casi di positività potrebbe superare i 3 milioni.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata