Dopo 12 anni il ritorno con i Red Devils dopo aver lasciato la Juventus

Cristiano Ronaldo è ufficialmente un giocatore del Manchester United. A confermare il rumor delle ultime ore è stato il club inglese sul proprio sito: si tratta di un ritorno per CR7 che aveva già giocato con i Red Devils, lasciandoli 12 anni fa per il Real Madrid. “Il Manchester United è lieto di confermare che il club ha raggiunto un accordo con la Juventus per il trasferimento di Cristiano Ronaldo, previo accordo legato a condizioni personali, visto e visite mediche”, si legge nella nota del club inglese. CR7 aveva lasciato i Red Devils nel 2009, dopo sei stagioni. “Nel suo primo periodo al Manchester United, ha segnato 118 gol in 292 partite. Tutti al club non vedono l’ora di dare il benvenuto a Cristiano a Manchester”, si legge ancora.  Dopo che il Manchester City si era sfilato, più insistenti si facevano le voci su un ritorno con i mancuniani poi concretizzatosi nel pomeriggio.

CR7 saluta i tifosi bianconeri

“Oggi lascio un club fantastico, il più grande d’Italia e sicuramente uno dei più grandi di tutta Europa. Ho dato il mio cuore e la mia anima per la Juventus e amerò sempre la città di Torino fino ai miei ultimi giorni”. Così su Instagram Cristiano Ronaldo saluta l’ambiente juventino dopo l’annuncio del suo ritorno al Manchester United. “I tifosi bianconeri mi hanno sempre rispettato e ho cercato di ringraziare quel rispetto lottando per loro in ogni partita, in ogni stagione, in ogni competizione”, scrive il portoghese. “Alla fine – aggiunge – possiamo tutti guardare indietro e realizzare che abbiamo ottenuto grandi cose, non tutto quello che volevamo, ma comunque abbiamo scritto una bella storia insieme”. Il portoghese poi cita l’inno bianconero: ‘Juve, storia di un grande amore, bianco che abbraccia il nero, coro che si alza davvero, Juve per sempre sarà…’. “Sarò sempre uno di voi”, conclude Ronaldo. “Ora fate parte della mia storia, come io sento di essere parte della vostra. Italia, Juve, Torino, tifosi bianconeri, sarete sempre nel mio cuore”. 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Cristiano Ronaldo (@cristiano)

La conferma dell’addio nelle parole di Allegri

La conferma dell’addio era arrivata dalla conferenza stampa del tecnico Max Allegri alla vigilia del match di campionato con l’Empoli. “Ieri parlando con lui mi ha comunicato che non ha intenzione di restare, oggi non si è allenato e quindi non è convocato per domani. Non sono deluso, ha fatto la sua scelta”, aveva detto l’allenatore. “Le cose passano, è una legge della vita. Rimane la Juventus, che è la cosa più importante. Ronaldo ha dato il suo apporto, si è messo a disposizione, ora va via, e la vita va avanti”, ha aggiunto Allegri, che ha concluso “Ronaldo va ringraziato per quello che ha fatto, anche come esempio fra i giovani. Ma come ho detto, bisogna andare avanti”.

Il portoghese ha lasciato Torino con il suo jet

Ronaldo ha già lasciato l’Italia e Torino a ora di pranzo. L’attaccante portoghese, dopo l’annuncio della separazione dalla Juventus confermato da Allegri, è partito dall’aeroporto di Caselle a bordo del suo jet privato. Ignota la destinazione, probabile un rientro anticipato in Portogallo visto che da lunedì dovrà rispondere alla convocazione della sua nazionale. 

Il richiamo di Manchester

Per il portoghese si parlava da giorni di un approdo al Manchester City ma nelle ultime ore si era fatta strada anche l’opzione United poi confermata.  “Ronaldo? Non posso dire molto. Harry Kane ha annunciato che resta al Tottenham. Cristiano era alla Juventus. Posso solo dire che nei tre o quattro giorni che restano nella finestra di mercato tutto può succedere. Dal mio punto di vista personale sono pochi i giocatori, Ronaldo e Messi inclusi, che decidono dove giocare. Sono loro il ruolo principale nelle trattative. In questo momento sono contento della rosa che abbiamo e rimarremo gli stessi” aveva sottolineato Pep Guardiola parlando in conferenza stampa.

Ma erano anche arrivate le parole dei Red Devils, in particolare del tecnico Solskjaer .  “Cristiano Ronaldo? Abbiamo sempre avuto buoni rapporti. Anche Bruno Fernandes ha parlato con lui e sa cosa proviamo per lui. Se mai dovesse lasciare la Juventus sa che siamo qui” aveva detto Ole Gunnar Solskjaer, manager dello United ed ex compagno di squadra di CR7 proprio ai Red Devils. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata