Il presidente partenopeo contro Uefa e Fifa

“Secondo me, o chi sta alla Fifa e chi sta alla Uefa non è all’altezza di capire, da un punto di vista imprenditoriale, l’organizzazione delle tenzoni sportive, oppure qualcosa va cambiato. Perché non dobbiamo mai cambiare?”. Così il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, a margine della inaugurazione del murale alla stazione rinominata ‘Stadio Maradona’, in merito alla decisione di Uefa e Fifa di mantenere il calendario di match (anche amichevoli) delle nazionali in tempo di pandemia, col rischio di esporre i giocatori al coronavirus. “Perché questo calcio non si deve ‘contemporaneizzare’? Adesso, col coronavirus, è cambiato tutto. Anche in futuro la nostra vita ne risentirà e, quindi, bisogna rivedere anche le regole che riguardano il calcio in Europa e nel Mondo”, ha aggiunto De Laurentiis.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata