Ci ritroveremo qui, al solito posto, tra circa un mese, giovedì 26 agosto, per continuare insieme questo bellissimo viaggio tra le meraviglie della natura floreale

È proprio vero il detto che quando ci si diverte nel fare qualcosa il tempo sembra volare e in un attimo è già passato. Il 18 Marzo usciva il primo articolo di questa rubrica e, a furia di cercare spunti settimanali di cui parlarvi, in men che non si dica ci ritroviamo quasi alla ventesima settimana di pubblicazione. Ho avuto il piacere di parlarvi dei tulipani, della bellezza imperfetta del papavero, e dell’eleganza della calla. Ho provato a condurvi in un viaggio intimo tra le erbe aromatiche e a raccontarvi dell’amore per le orchidee, e poi, a seguire, del profumo intenso del mughetto, del fascino della strepitosa peonia, delle vele bianche dello spathiphillum, dei fiori accecanti della ginestra e dell’inarrivabile semplicità delle margherite, fino a parlarvi del fogliame leggendario dell’acero. Vi ho raccontato del fiore dell’amarillys, dell’allegro fico d’India, e della Jacaranda, che arriva direttamente dai sogni. Infine, siamo entrati nell’estate con la begonia, con il travestimento della bouganvillea e con il fiore dell’agapanthus, il fiore dell’amore.

Ora vi chiedo una piccola pausa, per ricaricare le pile viaggiando in cerca di nuovi spunti e nuove storie da raccontarvi. Ci ritroveremo qui, al solito posto, tra circa un mese, giovedì 26 agosto, per continuare insieme questo bellissimo viaggio tra le meraviglie della natura floreale.

Buona estate a tutti!

Il fiore della scorsa settimana

SEGUI IL BLOG DI DAVID ZONTA

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata

Tag: