Gli scienziati al lavoro per riuscire a fecondare articialmente gli esemplari femmina

(LaPresse) Najin e Fatu sono gli ultimi due rinoceronti bianchi settentrionali del pianeta, entrambe femmine, entrambe incapaci di portare avanti una gravidanza. L’ultimo esemplare maschio è morto infatti nel 2018. Gli ambientalisti della riserva naturale di Ol Pejeta, in Kenya, e i loro colleghi di tutto il mondo sono impegnati in una corsa contro il tempo per fecondare le due esemplari femmine, usando uova raccolte da Najin e Fatu e liquido seminale raccolto da rinoceronti bianchi maschi prima della loro morte. Il piano prevede che gli embrioni vengano fecondati artificialmente e poi impiantati in un surrogato di rinoceronte bianco meridionale per produrre una gravidanza di rinoceronte bianco settentrionale. Finora sono stati creati dodici embrioni secondo BioRescue, un gruppo composto da scienziati di università e istituti di ricerca di paesi quali Kenya, Germania, Repubblica Ceca e Italia. La procedura per creare embrioni vitali si è dimostrata sicura e può essere eseguita regolarmente prima che le due femmine diventino troppo vecchie. Dal momento che le uova sono limitate, gli scienziati si stanno esercitando con embrioni di esemplari meridionali fino a obiettivo raggiunto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata

Tag: