Deforestazione in crescita da quando Bolsonaro è presidente

(laPresse) La deforestazione annuale dell’Amazzonia brasiliana potrebbe aver superato i 10mila kmq, secondo i dati preliminari del governo pubblicati venerdì 13 agosto, per il terzo anno consecutivo. Confermato quindi il trend in costante crescita da quando è stato eletto il presidente Jair Bolsonaro. L’area disboscata da agosto 2020 a luglio 2021 era di 8.793 kmq, appena al di sotto del record segnato l’anno precedente, secondo gli avvisi giornalieri dell’Istituto nazionale per la ricerca spaziale Deter. Si tratta di dati ritenuti molto indicativi in vista del rapporto che viene pubblicato a fine anno da un sistema più accurato di calcolo, Prodes, che si avvale dell’uso di diversi satelliti. Prima che il mandato del presidente di estrema destra iniziasse nel 2019, l’Amazzonia brasiliana non aveva registrato in un solo anno con così tanta deforestazione nel decennio precedente: tra il 2009 e il 2018 la media era di 6.500 chilometri quadrati.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata