Martedì 30 Agosto 2016 - 10:00

Terremoto, Codacons contro Zuckerberg: Donazione è pubblicità a Facebook

Devoluti 500mila euro alla Croce Rossa, ma sottoforma di crediti da utilizzare sul social network

Terremoto, Codacons contro Zuckerberg: Donazione è pubblicità a Facebook

Dure critiche del Codacons al fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg, che ha donato 500mila euro alla Croce Rossa per l'emergenza terremoto, ma sottoforma di crediti da utilizzare sul social network. "Più che una donazione vera e propria sembra una trovata pubblicitaria a vantaggio di Facebook - critica il presidente Carlo Rienzi - In questo momento sarebbe stato sicuramente più utile versare soldi direttamente alla Protezione Civile per far fronte all'emergenza, anziché donare crediti da utilizzare sul famoso social network. Per tale motivo abbiamo deciso di scrivere direttamente a Zuckerberg, chiedendo di convertire la sua donazione spot da 500mila euro in un versamento di denaro alla Protezione Civile".

Il Codacons lancia inoltre l'ennesimo allarme su possibili truffe legate alla raccolta di fondi per l'emergenza sisma. "Tutte le collette e le attività di beneficenza sono vietate in Italia se non rispettano i criteri previsti dalle normative vigenti - spiega Rienzi - Per tale motivo stiamo monitorando tutte le iniziative di solidarietà legate al terremoto e invitiamo i cittadini a segnalarci irregolarità e sospetti allo sportello anti-truffa aperto dal Codacons inviando una mail all'indirizzo info@codacons.it".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Crollo ponte Genova, il giorno dopo

Crollo ponte Genova, Coltorti: "Investire su controllo e rinnovo"

Il geologo che avrebbe dovuto avere il Mit in un governo solo M5s analizza la tragedia sul Morandi

Antimafia, commemorazione del giudice Paolo Borsellino alla biblioteca comunale

Morta Rita Borsellino, sorella di Paolo, magistrato ucciso dalla mafia

L'europarlamentare si è spenta a 73 anni a Palermo dopo una lunga malattia

Tanti giovani, tante storie spezzate sul ponte crollato

I ragazzi di Torre del Greco, i tre francesi in Italia per un Teknival. I fidanzati che partivano per le vacanze e tanti che andavano al lavoro

Genova, crolla ponte sull’A10

Crollo ponte Morandi, viabilità modificata in Liguria: vie alternative

I milioni di veicoli che ogni anno vi transitavano dovranno utilizzare altri itinerari, appesantendo la rete autostradale