Sabato 25 Giugno 2016 - 18:45

Salvini: Centrodestra cambierà nome, leader è ultimo problema

Il paragone calcistico: "Se devo ricostruire il Milan, non parto dal centravanti, ma dalla difesa e dal centrocampo"

Salvini: Centrodestra cambierà nome, leader è ultimo problema

Matteo Salvini sceglie il paragone calcistico per parlare del futuro del centrodestra. "Il nuovo leader? Se devo ricostruire il Milan, non parto dal centravanti, ma dalla difesa e dal centrocampo, chi sarà il leader è l'ultimo dei miei problemi. Ce ne può essere più d'uno, io penso che cambierà anche nome il centrodestra, perché le distinzioni fra centrodestra e centrosinistra mi sembrano ormai superate e frustranti. Chi guiderà la squadra oggi non sono in grado di dirlo, sono orgoglioso che stiamo lavorando al modulo", ha detto il segretario federale della Lega Nord, al termine del convegno 'Il cantiere: il Paese che vogliamo', a Parma.

"A Berlusconi faccio i migliori auguri: prima la salute, poi tutto il resto", ha concluso Salvini, in riferimento all'operazione al cuore affrontata da Silvio Berlusconi.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Nuovo vertice Lega-M5S, Salvini: "Chiuso lavoro sul premier, pronti a partire"

Scontro con la Francia sull'Ue. Il leader della Lega replica al ministro Le Maire: "Inaccettabile invasione di campo"

US-POLITICS-ECONOMY-IMF-WORLDBANK-SPRING-MEETINGS

La Francia avverte l'Italia: "Se non rispetta impegni a rischio stabilità dell'eurozona"

Il ministro dell'Economia Bruno Le Maire lancia l'allarme e ricorda: "In Europa ci sono regole da rispettare"

Elezioni Regionali Valle d'Aosta 2018

Regionali in Valle d'Aosta, alle 12 affluenza al 20,93%

In 103mila alle urne per scegliere i consiglieri, che dovranno poi indicare il presidente

Governo, partita del premier al rush finale. Identikit del leader porta a Spadafora

Restano in gioco anche Conte, Roventini, Fraccaro e Bonafede. E Di Maio? Il pentastellato non è ancora uscito di scena, ma si dice pronto al passo indietro