Lunedì 02 Maggio 2016 - 10:15

Roma, Marchini: Berlusconi vuole vincere, nessun aiuto a Renzi

Il candidato per il Campidoglio: Se vinco governerò per due mandati

Alfio Marchini

 "Berlusconi vuole vincere e sceglie chi più facilmente può vincere con la Raggi, come dicono i sondaggi che fece lo stesso Casaleggio. Berlusconi ha scelto di aiutarmi ad arrivare al ballottaggio. In questo trovo tutto tranne la volontà di aiutare Renzi. E' come se io dessi uno schiaffo a uno e poi gli dicessi che lo faccio per il suo bene". Così il candidato sindaco di Roma Alfio Marchini a Omnibus su La7.  Il candidato al Campidoglio ha precisato: "E' un tema fondamentale dare a Roma uno statuto speciale,  se vinco, governerò Roma per due mandati".

 

Ospite in radio invece il candidato Pd Roberto Giachetti:  "Più potere ai municipi con soldi e personale, trasparenza e partecipazione. La capitale è piena di cattedrali nel deserto fatta di opere che non sono state volute dai cittadini: servono scelte partecipate" ha detto il dem ospite a Rtl 102.5. "Il mio slogan 'Torna a Roma' non è riferito alla politica: la politica non deve andare avanti con lo specchietto retrovisore". 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Comunali, 75 città al ballottaggio: quasi tre milioni alle urne

Quattordici i capoluoghi al voto. La Sicilia la regione con il maggior numero di elettori impegnati

Pensioni, Di Maio annuncia: "Aumenteremo le minime con il taglio di quelle d'oro"

Il ministro vuole eliminare le "distorsioni del vecchio metodo retributivo". E promette: "Con il miliardo risparmiato aiuteremo chi prende meno"

Roma, Elezioni comunali Municipio VIII

Dall'accordo di governo guadagna più M5S o Lega? Dai ballottaggi la prima risposta

Secondo gli ultimi sondaggi, Il Carroccio avrebbe 'asfaltato' gli alleati. Ma le stime non sempre sono infallibili

Centro Congressi "La Nuvola". XVII Congresso Nazionale della UIL

Di Maio: "Otto ore di lavoro utile gratis a settimana per avere reddito cittadinanza"

Il vicepremier alla platea della Uil: "Non daremo soldi per stare seduti sul divano"