Lunedì 23 Ottobre 2017 - 13:15

Referendum, Zaia: "Pronti a trattare con il governo". Salvini: "Lezione di democrazia"

Maroni difende il voto elettronico: "Ha funzionato bene, è il futuro"

Referendum sull'autonomia, la riunione della giunta

All'indomani del referendum per l'autonomia in Veneto e LombardiaLuca Zaia passa all'azione. "La giunta del Veneto oggi ha deliberato all'unanimità tre progetti. Uno è il Disegno di legge costituzionale di iniziativa della giunta regionale volta a conferire al Veneto forme e condizioni particolari di autonomia così come le altre Regioni a statuto speciale" quali il Friuli Venezia Giulia, la Sardegna, la Sicilia, il Trentino Alto Adige e la Valle D'Aosta, dice in conferenza stampa a Venezia il governatore del Veneto.

"Non esistono trattative a scartamento ridotto, solo i pessimisti non fanno fortuna. Noi, ovviamente, chiederemo tutte le 23 competenze. La politica esce da questa trattativa dalle 23 di ieri: non c'è più una istanza della politica ma di un popolo che vota in maniera variegata, ma che al 98% dice che vuole un Veneto autonomo". "Starà poi Roma dire che 2,4 milioni di persone che vanno a votare sotto la pioggia non meritano 23 competenze", aggiunge.

Entro fine anno il governatore vuole poter chiudere la partita per avviare la trattativa con il governo sull'autonomia del Veneto, dopo il successo del referendum. "Già nelle prossime ore spero di inviare in via preventiva il documento a tutti gli stakeholder del territorio per dare possibilità di presentare osservazioni - dichiara - e di chiudere la partita prima di fine anno, calendarizzazione ai primi di dicembre. E' una partita veloce: non servono discussioni dopo aver vagliato giuridicamente il quesito è aver ottenuto il riscontro del territorio e avere fatto un bel progetto".

VENETO, TUTTI I RISULTATI 

Loading the player...

Roberto Maroni invece si trova a fare i conti con i problemi tecnici e i ritardi sull'affluenza (al momento si attesta al 38,35% ma manca ancora il dato ufficiale). "Abbiamo avuto problemi con 300 chiavette su 24mila tablet", ma "abbiamo fatto una cosa che non si è mai fatta, è andato tutto perfettamente", afferma il governatore lombardo, smentendo i giornali che parlano di flop del voto elettronico.

"Il voto elettronico, lo dico e lo affermo, ha funzionato: è il futuro delle elezioni perché durante tutte le operazioni non ci sono stati problemi. L'unico problema si è avuto dopo la chiusura dei seggi. Chiederò al ministro dell'Interno di tenerne conto".  "Il non dare ora il 100% deriva da due criticità. Il fattore umano da una parte, perché in alcuni seggi il presidente ha digitato lo stesso pin in più voting machine e questo ha bloccato la lettura. La seconda, un fatto tecnico: alcune voting machine hanno iniziato in modalità 'test' e non 'voto'", aggiunge Maroni.

"Oltre 3 milioni di lombardi - continua esprimendo soddisfazione - sono andati al voto. Un risultato oltre le mie aspettative, sono soddisfatto. Vuol dire che il tema dell'autonomia è estremamente importante e io sento il carico di questa responsabilità". 

LOMBARDIA, TUTTI I RISULTATI

Esulta dopo il voto il leader della Lega Matteo Salvini.  "E' una bellissima giornata di sole. Cinque milioni e mezzo di cittadini che ieri hanno scelto di votare ci dicono che per il futuro dell'Italia c'è da sperare e che le riforme partono dal basso nonostante i poteri forti. E' stata una lezione di democrazia per tutta Europa".

"Abbiamo scelto una via regolare, pacifica, costituzionale. La stessa opportunità la offriremo a chi da nord a sud ce lo chiederà: Puglia, Abruzzo, Piemonte, perchè no anche Lazio. Non è la vittoria della Lega, è la vittoria di cinque milioni di cittadini", continua Salvini. "Le richieste di autonomia - prosegue - hanno convinto 5 milioni e mezzo di cittadini e su questo Maroni e Zaia hanno mandato totale. Alle prossime elezioni politiche ci saranno due modi diversi di intendere l'Italia: una, quella del centro sinistra che centralizza, due quella della Lega che parte dal basso e dal popolo che ha vinto 5 a 0".

Loading the player...
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Silvio Berlusconi ospite a "Porta a Porta"

Berlusconi:"In campo con o senza sentenza Strasburgo. M5S vero pericolo"

Per il leader di Forza Italia il nemico da battere sono i Cinquestelle che "hanno un programma delirante basato sull'invidia per il ceto medio"

Matteo Renzi ospite di Porta a Porta

Renzi gela la sinistra: "No su art.18". E sfida Berlusconi in suo collegio

Apertura nei confronti di Pisapia e ai centristi di Alfano. Vede un giovane ricercatore a contendere il collegio di Luigi Di Maio

Ue, Renzi da Macron: "Siamo argine per populisti come Salvini e Le Pen"

Il segretario dem all'Eliseo per un incontro informale: "È punto di riferimento in Europa"

Elezioni, Matteo Salvini a Cascina per sostenere la candidata sindaco della Lega

Busta con proiettile a sindaca leghista di Cascina: "Diamo fastidio"

Susanna Ceccardi denuncia su Facebook la minaccia subita