Mercoledì 18 Luglio 2018 - 18:45

Rai, Alberto Barachini: chi è il nuovo presidente della vigilanza

Giornalista, dal 1999 è cresciuto nella squadra Mediaset. Alle ultime elezioni politiche, Silvio Berlusconi lo ha voluto nella squadra dei candidati azzurri

Commissione Vigilanza Rai. Eletto il Presidente Alberto Barachini

È alla sua prima legislatura, ma già porta a casa un risultato di grande rilievo. Alberto Barachini, senatore di Forza Italia, è il nuovo presidente della commissione di Vigilanza sulla Rai.

Pisano, classe 1972, giornalista, dal 1999 è cresciuto nella squadra Mediaset, girando le testate più prestigiose del gruppo e scalando le vette dell'azienda della famiglia Berlusconi, che poi lo ha scelto per intrattenere i rapporti con i media. Molto apprezzato dai cronisti il suo lavoro sui social network del Cavaliere: in campagna elettorale ogni ospitata del leader di FI era diffusa nelle parti salienti dai suoi tweet. Esperto di nuove tecnologie e comunicazione, è l'amministratore del gruppo creato sul servizio di messaggistica Whatsapp, dal quale ha diffuso tutte le novità sull'ex premier o risposto alle domande dei giornalisti sui suoi spostamenti o sulle indiscrezioni circolate sul suo conto.

Barachini è laureato in Lettere moderne all'Università di Pisa, è sposato e ha tre figli. Sin da giovanissimo ha alimentato il cosiddetto 'sacro fuoco' del giornalismo, muovendo i primissimi passi nella redazione del quotidiano "il Tirreno". Poi l'occasione della vita con Mediaset, che ha colto al volo e sfruttato con pazienza e capacità, trasferendosi con la famiglia a Milano. Grazie al lavoro svolto con le tv del fu Biscione, nel 2002 ha vinto il premio giornalistico intitolato a Indro Montanelli.

Alle ultime elezioni politiche, del 4 marzo scorso, Silvio Berlusconi lo ha voluto nella squadra dei candidati azzurri. Eletto in Lombardia, ora avrà il compito di guidare la Vigilanza Rai: un compito non facile, viste anche le diffidenze di avversari (e qualche alleato) per la sua carriera e la vicinanza al Cav. Infatti molti parlamentari, nei corridoi di San Macuto, un po' malignamente, dopo la sua proclamazione si chiedevano: "Ma ora che fa, abbandona la chat di Silvio?". 

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

ITALY-ACCIDENT-BRIDGE-COLLAPSE

Genova, l'Independent attacca il governo: "Stolte accuse all'Ue"

Editoriale durissimo: "La gang di populisti ha cercato di sfruttare il tragico crollo del ponte a fini politici". La commissione: "Sicurezza spetta a concessionario"

Bari, iniziativa Coldiretti per salvare il grano italiano

Motovedetta italiana salva 170 migranti. Salvini attacca: "Non avvertiti"

Il barcone era nelle acque Sar maltesi ed è stato riaccompagnato dalle motovedette di La Valletta verso quelle italiane. Il ministero degli Interni: "Li riportino a Malta"

Crollo ponte Genova, il giorno dopo

Genova, Burlando: "Alla città servono nuove opere, non si torni indietro"

L'analisi dell'ex ministro dei Trasporti nel governo Prodi e presidente della Regione Liguria dal 2005 al 2015

Crollo ponte Genova, il giorno dopo

Genova, revoca della concessione ad Autostrade. Salvini: "Prima i soldi, poi parliamo". Di Maio: "No, acceleriamo"

Scontro tra i due vicepremier, anche se la Lega assicura: "Piena sintonia". I mercati puniscono Atlantia