Mercoledì 06 Settembre 2017 - 10:00

'Ora ci portano le malattie', è bufera su titolo choc di Libero

Polemica sui social per la scelta di collegare la morte della piccola all'accoglienza dei migranti 

'Ora ci portano le malattie', è bufera su titolo choc di Libero

Il quotidiano Libero dedica l'apertura al caso della bimba trentina di 4 anni morta di malaria. E lo fa con un titolo che ha suscitato molte polemiche sui social: "Dopo la miseria portano malattie". Nel catenaccio sottolinea: "Immigrati affetti da morbi letali diffondono infezioni. Basta che una zanzara punga prima un malato e poi uno sano e quest'ultimo muore. Il governo se ne disinteressa e insiste con l'accoglienza". Il caso in realtà è ritenuto ancora 'criptico', non è certa la fonte d'infenzione, ma Libero decide di scagliarsi contro l'accoglienza dei migranti.  

Il titolo è diventato in mattinata trend topic su Twitter con l'hashtag Libero. Molti gli attacchi nei confronti di una scelta ritenuta strumentale e pericolosa. Non è la prima volta che il giornale finisce nella bufera per i propri titoli: suscitò un coro di indignazione il titolo sessista su Raggi 'La patata bollente' lo scorso febbraio. 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Ostia, chiusura campagna elettorale ballottaggio per presidente municipio

Ostia blindata per il ballottaggio, urne aperte: si vota fino alle 23

Dopo la testata di Spada al giornalista Rai, due manifestazioni per dire no alla mafia e l'attacco intimidatorio alla sede del Pd, oggi nei 183 seggi agenti in borghese, Digos ed esercito

Centrosinistra, Renzi sente Prodi: "Colloquio lungo e cordiale". Fassino incontra Pisapia

Il segretario Pd assicura: "Avremo una coalizione di qualità". L'ex sindaco di Torino: "Significativi passi avanti"

Ostia, ballottaggio M5S-Cdx tra allarme sicurezza e incubo astensionismo

Un voto che, a suo modo, rappresenta un test di rilevanza nazionale

Dibattito confronto tra le candidate presidenti del X Muncipio

Ostia,ballottaggio blindato ma si chiude senza big. Scintille Meloni-M5S

Al primo turno la candidata pentastellata Di Pillo è stata la più votata con il 30,21%, seguita da quella del centrodestra Picca con il 26,68%