Martedì 17 Gennaio 2017 - 08:45

Napoli, 45 arresti per spaccio: bimbi usati per confezionare

Colpo al clan camorrista degli Elia

Napoli, 45 arresti per spaccio: bimbi usati per confezionare

Bimbi utilizzati per confezionare dosi di cocaina o per consegnarle, estorsioni ai pusher e a un ristoratore, altri bambini e molte donne coinvolte nello spaccio di droga. Sono alcuni degli elementi emersi da un'indagine dei carabinieri di Napoli che ha portato all'esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare a carico di 45 persone. Sono ritenute responsabili di associazione di tipo mafioso e di associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, spaccio di droga, estorsioni e detenzione e porto illegale di armi, reati aggravati dal metodo mafioso. L'indagine ha permesso di ricostruire l'organigramma del clan camorristico degli Elia, che controlla gli affari illeciti nel centro di Napoli dalla zona del Pallonetto a Santa Lucia, tra piazza del Plebiscito e via santa Lucia, a ridosso del lungomare.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

A damaged house is seen after an earthquake hit the island of Ischia

Ischia, la procura valuta disastro e omicidio colposo

Matthias è stato dimesso dall'ospedale. Resta ricoverato Pasqualino mentre Ciro è stato trasferito al Santobono di Napoli

Terremoto a Ischia, il bilancio: due vittime, 39 feriti. Tutti salvi i tre fratellini. Protezione civile: "Materiale scadente a origini dei crolli"

Terremoto Ischia: "Materiale scadente a origini dei crolli"

L'accusa della protezione civile. Salvi i tre fratellini rimasti oltre 12 ore sepolti sotto le macerie

Ischia, Ciro il piccolo eroe: aiuta i soccorritori a salvare i fratellini

Ischia, Ciro il piccolo eroe: aiuta i soccorritori a salvare i fratellini

L'intera famiglia è stata salvata dalle macerie. "Un vero e proprio miracolo", commenta la direttrice sanitaria dell'Asl Napoli 2

Terremoto a Ischia

Ischia, capo Protezione civile: C'è legame tra abusivismo e crolli

Già in Gazzetta Ufficiale decreto emergenza, 200 persone sfollate negli alberghi