Lunedì 20 Novembre 2017 - 20:15

M5s, Di Battista fa un passo indietro: "Non mi ricandido in Parlamento"

L'annuncio in diretta Fb: "Ma non abbandono il Movimento"

Ostia, chiusura campagna elettorale ballottaggio per presidente municipio

"Ho preso una decisione che è quella di non ricandidarmi in Parlamento alle prossime elezioni. E' una scelta mia, non minimamente legata al Movimento". Lo annuncia Alessandro Di Battista del Movimento 5 Stelle in diretta Facebook. "Non lascio il Movimento - aggiunge -, non succederà mai. E' una mia seconda pelle. Lo sosterrò sempre ma al di fuori dei palazzi istituzionali".

"Diranno che ci sono dei dissidi tra me e Beppe (Grillo, ndr) o tra me e Luigi (Di Maio, ndr): è l'esatto contrario", continua Di Battista. "Per me Beppe è un esempio e Luigi è un esempio e anche un fratello. Sosterrò il movimento 5 stelle fino all'ultimo giorno di campagna elettorale, ma la farò da non candidato pertché in questo momento ho altre aspirazioni, quelle di portare avanti la politica, l'attività per me più bella che esiste, al di fuori dei palazzi delle istituzioni. Proveranno a strumentalizzare le mie parole, a dire che ci sono divisioni: non ci sono divisioni nel movimento". 

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Milano, Maria Elena Boschi in Duomo alla messa dell'immacolata

Vegas: "Nessuna pressione dalla Boschi". Ma M5S e Leu chiedono le sue dimissioni

L'audizione del presidente Consob. Diversi incontri, "ma si parlò solo di fatti". Di Maio: "Ha mentito, se ne vada". La ministra: "Non è vero"

Gentiloni a Parigi alla Riunione di Alto livello sulla Forza Congiunta G5 Sahel

Migranti, Gentiloni: "Chiederemo più impegno a tutta famiglia Ue"

Il presidente del Consiglio italiano ha ringraziato i primi ministri dei paesi del gruppo Visegrad per "la loro decisione di finanziare con 36 milioni di euro il Fondo fiduciario dell'Ue per l'Africa

SCHEDA - Ecco il testo della legge sul biotestamento

Otto articoli su consenso informato, terapia del dolore, Disposizioni Anticipate di Trattamento (DAT)

Senato - ddl su biotestamento

Biotestamento, sì del Senato con 180 voti favorevoli. Adesso è legge dello Stato

I contrari sono stati 71 e 6 gli astenuti. Il testo è rimasto immutato rispetto a quello della Camera. Marcucci (Pd): "Paese più civile"