Giovedì 05 Ottobre 2017 - 21:30

Las Vegas, la lobby delle armi: "Regole più rigide su potenziamento fucili"

Interrogata la fidanzata del killer: "Non sapevo nulla dei suoi piani"

Usa, armi semi-automatiche

La National Rifle Association (Nra), cioè la principale lobby delle armi negli Stati Uniti, propone di irrigidire le regole relative ai dispositivi che permettono ai fucili semi-automatici di funzionare come armi automatiche vere e proprie, alla luce della sparatoria di Las Vegas. La Nra, inoltre, propone agli enti regolatori di determinare se i cosiddetti dispositivi bump-stock, come quello che aveva il killer della strage, rispettino la legge federale.

La Casa Bianca accoglie gli sforzi di democratici e repubblicani per affrontare la questione dell'uso degli accessori di potenziamento. "Sappiamo che membri di entrambi i partiti e diverse organizzazioni stanno pianificando di studiare i bump stocks e altri dispositivi", ha detto la portavoce della Casa Bianca, Sarah Sanders.

LA FIDANZATA DI PADDOCK: NON SAPEVO NULLA. Nel frattempo è stata interrogata dall'Fbi la fidanzata di Stephen Paddock, l'uomo che ha ucciso 59 persone e ferito oltre 500. La donna ha dichiarato di non essere stata a conoscenza delle intenzioni del killer: "Non avevo idea del suo piano".

"Conoscevo Stephen - continua Marilou Danley, in una nota letta dal suo avvocato - come un uomo calmo, gentile, premuroso. Lo amavo e speravo in un futuro insieme. Sono addolorata per i morti e i feriti, sono madre e nonna: il mio cuore si è spezzato per tutti quelli che hanno perso un caro".

Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Spagna, la policia nacional lascia le città catalane

Barcellona, 34enne italiano morto accoltellato durante una rissa

È deceduto in ospedale, dove era arrivato in stato critico

Isabell e Preble: morire insieme dopo 71 anni di matrimonio

Una storia americana: si sposarono nel 1946, hanno vissuto sempre vicini e se ne sono andati a poche ore di distanza l'uno dall'altra

The Argentine military submarine ARA San Juan and crew are seen leaving the port of Buenos Aires

Sottomarino scomparso: ci fu esplosione in zona ultimo segnale

Un "rumore" era stato registrato circa tre ore dopo l'ultima comunicazione avuta con il mezzo disperso dal 15 novembre

Ratko Mladic

Chi è Ratko Mladic: 'macellaio' di Srebrenica e assedio Sarajevo

L'ex generale è stato condannato per genocidio e crimini contro l'umanità