Martedì 03 Ottobre 2017 - 07:45

Tragedia a Las Vegas, spari su folla a un concerto: almeno 59 morti e oltre 500 feriti. Isis rivendica l'attacco, suicida l'assalitore / VIDEO

L'attacco è avvenuto durante un concerto country. Secondo la polizia non si tratta di terrorismo

Las Vegas,veduta del Mandalay Bay Hotel e del lugo della sparatoria di massa

 È salito a 59 morti e 527 feriti il bilancio della sparatoria di Las Vegas. Lo riferisce lo sceriffo della contea di Las Vegas, Joe Lombardo, aggiungendo che il responsabile della strage, Stephen Paddock, 64 anni, non aveva soltanto armi da fuoco ma anche esplosivi e altri dispositivi sui quali sono in corso analisi, che sono stati trovati nella sua casa di Mesquite, in Nevada. L'uomo ha aperto il fuoco dal 32esimo piano dell'hotel Mandalay Bay sulla folla che assisteva a un concerto country all'aperto.

Secondo la ricostruzione fornita dallo sceriffo della contea di Clark, Joseph Lombardo, il killer si è ucciso prima che la polizia entrasse nella stanza dalla quale sparava: qui è stato trovato un arsenale di almeno 10 fucili. Ancora nessuna indicazione sul movente, ma lo sceriffo ha chiarito che non sembra si tratti di un atto terroristico: Paddock era arrivato nell'albergo giovedì e non si ritiene sia legato ad alcun gruppo militante; il suo nome non compariva in nessun database di sospetti terroristi. L'Isis, tuttavia, ha rivendicato tramite la sua agenzia di stampa Amaq e sostiene che il killer si fosse convertito all'islam qualche mese fa. Per l'Fbi, "mentre gli eventi continuano a evolversi, non è stata trovata nessuna connessione con l'Isis"; e la Cia invita a non "saltare a delle conclusioni" prima che i fatti vengano verificati.

Si tratta della sparatoria con il maggior numero di morti nella storia degli Stati Uniti: il bilancio dei fatti di Las Vegas, infatti, supera anche quello del massacro nel club gay Pulse di Orlando del 12 giugno del 2016, quando il killer Omar Mateen uccise 49 persone prima di essere ucciso a sua volta dalla polizia.

Loading the player...

Il presidente Usa Donald Trump, che poco dopo i fatti aveva rivolto le sue "più calde condoglianze alle vittime" tramite un messaggio su Twitter, ha poi tenuto un breve discorso al Paese: "È stato un atto di pura malvagità", ha affermato, annunciando che mercoledì si recherà a Las Vegas e che ha ordinato di mettere le bandiere Usa a mezz'asta in onore delle vittime. Poi un appello all'unità: "La nostra unità non può essere distrutta dal male", ha detto. 

 

 

La sua ex rivale nella corsa per la Casa Bianca, la democratica Hillary Clinton, si è scagliata contro la lobby delle armi: "Il nostro dolore non è abbastanza. Possiamo e dobbiamo mettere la politica da parte, scendere in campo contro la Nra (National rifle association, cioè la lobby Usa delle armi ndr.) e lavorare insieme per provare a impedire che questo succeda di nuovo", ha twittato.

 

 

L'attacco è cominciato domenica sera alle 22.08 ora locale (le 7.09 di lunedì in Italia), quando circa 22mila persone erano radunate accanto al Mandalay Bay Hotel per assistere alla serata conclusiva del festival di musica country Route 91 Harvest, durato tre giorni. Quando sono cominciate le raffiche si stava esibendo il cantante Jason Aldean ed è scattato il panico, con gli spettatori che hanno cominciato a fuggire. La scena è stata ripresa in diversi video amatoriali, in cui si vede la folla in fuga e si sentono le raffiche di spari.

"Probabilmente erano 100 colpi per volta. Sembrava come se si fermasse per ricaricare e poi ricominciava", racconta Steve Smith, 45enne di Phoenix, in Arizona, che si trovava a Las Vegas per il concerto. Trump ha elogiato la rapidità di intervento di polizia e soccorritori, e in particolare nell'individuare la stanza da cui provenivano gli spari: "La velocità con cui hanno agito è miracolosa e ha evitato un'ulteriore perdita di vite umane", ha affermato.

La serata del festival era sold out, con in scaletta, oltre a Jason Aldean, anche Eric Church e Sam Hunt. "Stasera è stato più che raccapricciante", ha scritto Aldean su Instagram; "mi ferisce il cuore il fatto che questo è successo a chi era solo uscito per godere di quella che sarebbe dovuta essere una serata di divertimento", ha aggiunto. I casinò e i night club di Las Vegas attirano circa 3,5 milioni di visitatori all'anno da tutto il mondo.

Gli agenti, che prima cercavano la presunta compagna del colpevole per interrogarla, hanno fatto sapere che la donna non è più considerata persona di interesse. La donna si chiama Marilou Danley. Su Twitter la polizia aveva postato una sua foto per chiedere informazioni e cercare di rintracciarla.

 

 

 

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

The Argentine military submarine ARA San Juan and crew are seen leaving the port of Buenos Aires

Argentina, sottomarino militare scomparso da 2 giorni nell'Atlantico: ricerche in corso

A bordo 44 membri dell'equipaggio. Sarebbe andato a fuoco il sistema radio all'interno dell'imbarcazione

A fire is seen in Manhattan, New York

New York, incendio in un palazzo di sette piani a Manhattan

È successo nella zona di Hamilton Height. Almeno 5 feriti

Terrorismo, Isis minaccia cristiani con foto Papa decapitato

Un messaggio di minaccia contro "i fedeli della croce"

Attentato Barcellona, gli oggetti in memoria delle vittime saranno trasferiti al Museo di Storia

Attentati Catalogna, la mente era un informatore dei servizi segreti

La rivelazione del quotidiano El Pais, confermata da Madrid. Si tratta dell'Imam di Ripoll: Abdelbaki Es-Satty