Domenica 15 Aprile 2018 - 20:00

La Juve riparte da Douglas Costa (3 assist). Battuta la Samp (3-0). Ora è fuga

I blucerchiati reggono bene per tutto il primo tempo. Entra il brasiliano e spacca la partita. Reti di Mandzukic, Howedes e Khedira

Juventus vs Sampdoria

Servirà probabilmente tempo per lenire la ferita di Madrid, ma vincere è sicuramente un'ottima medicina. E così la Juventus chiamata ad accantonare il post-Bernabeu si è rituffata nelle acque confortevoli del campionato centrando un successo che significa un altro tassello sulla strada dello scudetto. Il 3-0 rifilato alla Sampdoria nel posticipo delle 18 all'Allianz Stadium proietta la Signora a quota 84, con i bianconeri che allungano a +6 sul Napoli fermato sul pari a San Siro.

Contro una squadra attenta e compatta come quella di Giampaolo serve l'ingresso di Douglas Costa sul finire di un primo tempo complicato per far cambiare marcia alla squadra di Allegri: il brasiliano sforna l'assist per il vantaggio di Mandzukic e nella ripresa si ripete, servendo Howedes, prima gioia in bianconero per lui, e Khedira. Reazione immediata ci voleva, e reazione c'è stata. Con un preciso messaggio ai partenopei, avversari nello scontro diretto del 22 aprile. Allegri opta per il 4-3-3 e in difesa lancia Howedes sulla destra, al centro Rugani vince il ballottaggio con Benatia ed affianca Chiellini. In avanti largo al trio Cuadrado-Mandzukic-Dybala, con Douglas Costa ed Higuain che si accomodano in panchina.

LEGGI LE PAGELLE DI JUVENTUS-SAMPDORIA

Giampaolo risponde con un 4-3-1-2 guidato in avanti dal tandem Quagliarella-Zapata assistito alle spalle da Ramirez. A centrocampo Barreto è preferito a Linetty. Come da copione i bianconeri si impossessano della manovra, i doriani rintanati tappano i varchi pronti alla ripartenza. La prima vera chance passa per i piedi di Mandzukic, che gira con il sinistro e spedisce sul fondo. La Sampdoria non sta a guardare e regala un brividissimo allo Stadium: l'ex Quagliarella svetta sul corner di Ramirez, Buffon si salva in corner coprendo il suo palo a manone aperte. Tocca poi a Viviano intervenire evitando guai su un velenoso tiro-cross di Mandzukic. Sul successivo corner, al portiere doriano sfugge la palla ma il croato non riesce ad intervenire da due passi. Poco a poco la già non fiammeggiante iniziativa bianconera sembra smarrire in incisività, con la squadra di Giampaolo che guadagna sicurezza e metri.

Cambio forzato per Allegri che richiama l'acciaccato Pjanic e getta nella mischia Douglas Costa. E all'ex Bayern Monaco basta il primo pallone toccato per essere decisivo: cross perfetto dalla sinistra per la zampata di Mandzukic che sbuca alle spallepa Ferrari e trafigge Viviano. Juve avanti con il minimo sforzo. Ma prima dell'intervallo i bianconeri rischiano su un angolo di Torreira: rimpallo pericoloso su Chiellini, Zapata manca la deviazione, Buffon blocca sulla linea.

Quagliarella resta negli spogliatoi, rilevato da Kownacki. E proprio il neoentrato innesca una ghiotta chance: recuperata palla dopo l'errore di Chiellini, serve Ramirez il cui diagonale dal limite si spegne sul fondo. Immediata la replica dei padroni di casa con Douglas Costa che scappa in contropiede, mira da dimenticare. Zapata resta in agguato e stuzzica di testa Buffon incornando il traversone di Regini, ma poco dopo un blitz di Howedes porta al raddoppio della Signora: è una grande azione, con Khedira che allarga per Douglas Costa, il brasiliano che pennella per il perfetto inserimento del tedesco che ci mette la testa: 2-0 Juve all'ora di gioco.

Giampaolo reagisce inserendo Caprari per Ramirez. Rassicurato dal parziale, Allegri può invece permettersi il lusso di richiamare Dybala e regalare spazio a Bentancur. La Samp tuttavia non si abbatte e prova ad alzare il baricentro nel tentativo di riaprire i giochi. Così facendo però si espone pericolosamente alle ripartenze bianconere e una di queste porta al 3-0 che ammazza il match: tanto per cambiare nell'azione c'è lo zampino di Douglas Costa (terzo assist di giornata) sfonda sulla destra e dal fondo arma il piatto di Khedira (30'). Il tedesco lascia poco il posto a Sturaro. La Juve non si accontenta: Cuadrado impegna da fuori Viviano, poi cerca il sigillo personale Douglas Costa, con un rasoterra che non inquadra lo specchio. Nel recupero anche Gigi Buffon, l'uomo più discusso della settimana, mette la firma sul successo compiendo un intervento prodigioso su Zapata, perso da Howedes.

Douglas Costa - Douglas Costa è entrato per spaccare letteralmente in due la difesa della Sampdoria: tre gol della Juve, tre assist del brasiliano. "È stata una delle mie migliori partite da quando sono alla Juventus, spero di continuare così. Abbiamo fatto un altro passo avanti verso il nostro obiettivo, lo scudetto. Ma ancora non è finita", ha dichiarato a Premium.

Allegri -

"Vittoria importante: ora tenere dritto il manubrio e prepararsi per lo sprint finale!". E' il tweet con cui Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, ha commentato la vittoria sulla Samp.

Giampaolo -

Marco Giampaolo in conferenza stampa commenta così la sconfitta della Sampdoria con la Juve, recriminando qualcosa sull'azione dell'1-0: "Io penso che sul primo gol loro si poteva anche fischiare fallo per noi perché Dybala blocca la palla con la mano per battere il calcio di punizione, ci stava il fallo di mano ma non abbiamo perso per questo. Mi sarebbe piaciuto rimanere in partita più a lungo. Una squadra come la Juve ha tanti giocatori da poter schierare, in panchina avevano giocatori un grado di spostare gli equilibri. Ne avesse avuto bisogno Allegri li avrebbe usati. Mi sarebbe piaciuto far rimanere la partita più in bilico. Abbiamo avuto un'occasione con Zapata. La Juve non concede troppo di più. Il poco che ti concedono lo devi capitalizzare".

 

JUVENTUS-SAMPDORIA 3-0 Marcatori: 44' Mandzukic, 15' st Howedes, 30' st Khedira.

Juventus (4-3-3): Buffon; Howedes, Rugani, Chiellini, Asamoah; Khedira (37' st Sturaro), Pjanic (43' Douglas Costa), Matuidi; Cuadrado, Mandzukic, Dybala (21' st Bentancur). A disp.: Szczesny, Pinsoglio, Benatia, Lichtsteiner, Barzagli, Alex Sandro, Marchisio, Higuain. All.: Allegri.

Sampdoria (4-3-1-2): Viviano; Sala, Silvestre, Ferrari, Regini; Barreto (37' st Verre), Torreira, Praet; Ramirez (16' st Caprari); Quagliarella (1' st Kownacki), Zapata. A disp.: Belec, Tozzo, Andersen, Strinic, Capezzi, Linetty, Alvarez. All.: Giampaolo.

Arbitro: Mariani.

Note: Ammoniti: Asamoah, Howedes (J).

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Juventus, Cristiano Ronaldo al J medical accolto dai tifo

Ronaldo fuoriclasse generoso, mancia record in Grecia: 20mila euro ai camierieri del resort

È quanto rivela il Sun. Il campione è rimasto talmente impressionato dal servizio ricevuto che non poteva andarsene senza un ringraziamento speciale

Cristiano Ronaldo esce per salutare

Juve, il giro del mondo di Ronaldo non passerà dagli Stati Uniti

Non andrà in America con la squadra ma dal 30 luglio sarà a disposizione. Ora è già partito per un tour promozionale della Nike in Cina

Ronaldo con la famiglia allo stadio: subito maglia della Juve per Cristiano Jr.

I primi scatti della nuova vita bianconera postati su Twitter

Juventus - Crotone

Fabio Paratici, l'uomo che ha portato CR7 alla Juventus: "Idea folle nata dopo rovesciata allo Stadium"

Un colpo straordinario quello del dirigente, che la Juve ha 'blindato' con un rinnovo triennale per 'sottrarlo' alla tentazione delle tante offerte ricevute da mezza Serie A