Martedì 14 Giugno 2016 - 23:45

Euro 2016, Islanda ferma Portogallo: Bjarnason replica a Nani

Cristiano Ronaldo deludente, il Girone F si preannuncia apertissimo

La rete di Bjarnason

Storico pareggio per Islanda che all'esordio assoluto in un campionato europeo ferma subito una delle 'big', il Portogallo, tradito dal suo uomo migliore, Cristiano Ronaldo, lontano parente dal trascinatore del Real Madrid. A Saint-Etienne finisce 1-1: è l'ex pescararese Bjarnason in avvio di ripresa a rispondere al vantaggio firmato da Nani, il migliore dei suoi, poco dopo la mezzora. Il Girone F, dopo la sorpresa del pomeriggio con la vittoria dell'Ungheria sulla più quotata Austria, si candida così a essere il più combattuto di Euro 2016.

 

Lagerback si affida al collaudato 4-4-2 con Bodvarsson e Sigthorsson in attacco. A centrocampo brilla la stella di Sigurdsson, sugli esterni l'ex Pescara Bjarnason e Gudmundsson. Il centrocampista dell'Udinese Hallfredsson si accomoda in panchina. Dall'altra parte Fernando Santos schiera Cristiano Ronaldo e Nani in attacco. A centrocampo con licenza di inventare Joao Moutinho, Joao Mario e Andre Gomes. Difesa affidabile con Pepe e Ricardo Carvalho in mezzo, Vieirinha e Raphael Guerreiro ai lati. L'Islanda gioca da subito senza alcun timore reverenziale, atteggiamto classico di una squadra che ha entusiasmo e non ha nulla da perdere. Sigurdsson si fa notare già al 3'. Doppio dribbling e conclusione murata da Rui Patricio. Troppo debole la ribattuta sempre del centrocampista dello Swansea. E' il Portogallo ovviamente a fare la partita. E dopo i primi dieci minuti i lusitani prendono decisamente il controllo delle operazioni. Al 18' Vieirinha ci prova da fuori. Halldorson blocca in due tempi. L'estremo difensore islandese si immola poco dopo salvando di piede sul colpo di testa a botta sicura di Nani da distanza ravvicinata. Al 24' primo tentativo di Ronaldo (alto), che sciupa malamente due minuti dopo mancando l'impatto con il pallone che viene respinto così da Halldorson. L'Islanda è in palese difficoltà e poco dopo la mezz'ora va sotto. Bella azione del Portogallo sull'out destro, la palla finisce ad André Gomes che mette in mezzo un cross al bacio per Nani che in corsa da due passi non sbaglia per il vantaggio lusitano. Dopo l'1-0 la squadra di Santos arretra leggermente il proprio baricentro facendo girare palla senza concedere nulla agli avversari. Al 40' nuovo tentativo portoghese con Joao Moutinho, che trova lo spazio per concludere ma calcia troppo centralmente.

Il Portogalo parte forte anche in avvio di ripresa. Ronaldo non ci pensa due volte a tirare di prima dopo un rimpallo favorevole, ma il suo destro è sbilenco e finisce a lato. Al 5', a freddo, arriva però il pareggio islandese. Gudmundsson lavora bene sulla destra, crossa su secondo palo per Bjarnason, lasciato colpevolmente solo dalla difesa. Il tiro al volo vincente trafigge Rui Patricio. Si tratta di una rete storica, perché è la prima in un Europeo per l'Islanda. Stordito dal gol subito, il Portogallo torna ad attaccare a testa bassa. Al 15' Andre Gomes ci prova da fuori, Halldorson, stilisticamente non perfetto, si rifugia in qualche modo in corner. Tre minuti dopo l'Islanda si salva ancora grazie a una serie di rimpalli favorevoli che non consentono a Nani di intervenire sul cross dalla destra di Vieirinha. L'ex Manchester United è sempre il più pericoloso dei suoi. Al 25' su punizione di Guerreiro Nani di testa sfiora il pallone che termina di un soffio a lato. Due minuti dopo Ronaldo fa tutto da solo, ma la sua conclusione è ancora una volta imprecisa e finisce sopra la traversa. Santos tenta il tutto per tutto inserendo prima Renato Sanches e poi Quaresma. L'ex esterno dell'Inter si fa notare subito con un tiro potente dalla destra che viene deviato in corner. I lusitani continuano a premere, ma la loro stella è in serata no e si nota ancora una volta al 40'. Cross perfetto di Nani dalla destra e colpo di testa di Ronaldo centrale da posizione favorevole. Nel finale il Portogallo rischia addirittura la beffa e deve ringraziare Rui Patricio, bravo a respingere la conclusione di Bodvarsson. Al triplice fischio di Cakir è 1-1 tra Portogallo e Islanda: il Girone F si preannuncia apertissimo.

 

 

Lagerback si affida al collaudato 4-4-2 con Bodvarsson e Sigthorsson in attacco. A centrocampo brilla la stella di Sigurdsson, sugli esterni l'ex Pescara Bjarnason e Gudmundsson. Il centrocampista dell'Udinese Hallfredsson si accomoda in panchina. Dall'altra parte Fernando Santos schiera Cristiano Ronaldo e Nani in attacco. A centrocampo con licenza di inventare Joao Moutinho, Joao Mario e Andre Gomes. Difesa affidabile con Pepe e Ricardo Carvalho in mezzo, Vieirinha e Raphael Guerreiro ai lati. L'Islanda gioca da subito senza alcun timore reverenziale, atteggiamto classico di una squadra che ha entusiasmo e non ha nulla da perdere. Sigurdsson si fa notare già al 3'. Doppio dribbling e conclusione murata da Rui Patricio. Troppo debole la ribattuta sempre del centrocampista dello Swansea. E' il Portogallo ovviamente a fare la partita. E dopo i primi dieci minuti i lusitani prendono decisamente il controllo delle operazioni. Al 18' Vieirinha ci prova da fuori. Halldorson blocca in due tempi. L'estremo difensore islandese si immola poco dopo salvando di piede sul colpo di testa a botta sicura di Nani da distanza ravvicinata. Al 24' primo tentativo di Ronaldo (alto), che sciupa malamente due minuti dopo mancando l'impatto con il pallone che viene respinto così da Halldorson. L'Islanda è in palese difficoltà e poco dopo la mezz'ora va sotto. Bella azione del Portogallo sull'out destro, la palla finisce ad André Gomes che mette in mezzo un cross al bacio per Nani che in corsa da due passi non sbaglia per il vantaggio lusitano. Dopo l'1-0 la squadra di Santos arretra leggermente il proprio baricentro facendo girare palla senza concedere nulla agli avversari. Al 40' nuovo tentativo portoghese con Joao Moutinho, che trova lo spazio per concludere ma calcia troppo centralmente.

 

 

Il Portogalo parte forte anche in avvio di ripresa. Ronaldo non ci pensa due volte a tirare di prima dopo un rimpallo favorevole, ma il suo destro è sbilenco e finisce a lato. Al 5', a freddo, arriva però il pareggio islandese. Gudmundsson lavora bene sulla destra, crossa su secondo palo per Bjarnason, lasciato colpevolmente solo dalla difesa. Il tiro al volo vincente trafigge Rui Patricio. Si tratta di una rete storica, perché è la prima in un Europeo per l'Islanda. Stordito dal gol subito, il Portogallo torna ad attaccare a testa bassa. Al 15' Andre Gomes ci prova da fuori, Halldorson, stilisticamente non perfetto, si rifugia in qualche modo in corner. Tre minuti dopo l'Islanda si salva ancora grazie a una serie di rimpalli favorevoli che non consentono a Nani di intervenire sul cross dalla destra di Vieirinha. L'ex Manchester United è sempre il più pericoloso dei suoi. Al 25' su punizione di Guerreiro Nani di testa sfiora il pallone che termina di un soffio a lato. Due minuti dopo Ronaldo fa tutto da solo, ma la sua conclusione è ancora una volta imprecisa e finisce sopra la traversa. Santos tenta il tutto per tutto inserendo prima Renato Sanches e poi Quaresma. L'ex esterno dell'Inter si fa notare subito con un tiro potente dalla destra che viene deviato in corner. I lusitani continuano a premere, ma la loro stella è in serata no e si nota ancora una volta al 40'. Cross perfetto di Nani dalla destra e colpo di testa di Ronaldo centrale da posizione favorevole. Nel finale il Portogallo rischia addirittura la beffa e deve ringraziare Rui Patricio, bravo a respingere la conclusione di Bodvarsson. Al triplice fischio di Cakir è 1-1 tra Portogallo e Islanda: il Girone F si preannuncia apertissimo.

Scritto da 
  • Alberto Zanello
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Super Griezmann piega l'OM: Europa League all'Atletico Madrid

Per i colchoneros è il terzo trionfo, tutti sotto la guida di Diego Pablo Simeone

L'Atletico vince l'Europa League, Marsiglia ko 3-0

Per gli spagnoli doppietta di Griezmann e una rete di Gabi

ESP, UEFA CL, Real Madrid vs Juventus Turin

"Arbitro con un bidone al posto del cuore". Buffon sotto la disciplinare Uefa

Il caso del dopopartita di Real-Juve verrà esaminato il 31 maggio. Il portiere bianconero rischia sanzioni pesanti

Juventus vs Milan - Finale Coppa Italia TIM 2017/2018

Coppa Italia alla Juve: 4-0 a un piccolo Milan. Donnarumma disastro

Doppietta di Benatia, rete di Douglas Costa e autogol di Kalinic. Due gravi errori del portiere milanista. Dall’altra parte, perfetto Buffon