Aiuterà a rendere più sicure le riparazioni in orbita

Gli astronauti russi sulla Stazione Spaziale Internazionale avranno presto un nuovo componente ad alta tecnologia dell’Esa, l’Agenzia Spaziale Europea. La European Robotic Arm, o ERA, sarà agganciata al Laboratorio russo chiamato ‘Nauka’ allo scopo di rendere le riparazioni nello spazio più sicure: un braccio robotico che funziona quasi come un gigantesco braccio umano. ERA è stata lanciata il 21 luglio dal Kazakistan. CREDIT: ESA

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata