Helbiz sarà l'operatore esclusivo di PathPilot in Italia, con una prima distribuzione a Milano entro la fine dell'anno

Helbiz, leader mondiale nella micromobilità e primo nel suo settore ad essere quotato pubblicamente al Nasdaq, ha annunciato una partnership con Drover AI per integrare la sua tecnologia di sicurezza ‘PathPilot’ sugli e-scooter Helbiz. Helbiz sarà l’operatore esclusivo di PathPilot in Italia, con una prima distribuzione a Milano entro la fine dell’anno. La società prevede di espandere l’integrazione in altri mercati man mano che la partnership cresce. La tecnologia PathPilot è alimentata dall’intelligenza artificiale e utilizza telecamere di bordo per localizzare i dintorni degli e-scooter.

Il servizio di localizzazione rileva marciapiedi, strade o piste ciclabili e verifica le aree di parcheggio adeguate in tempo reale. PathPilot può anche ridurre automaticamente la velocità di un e-scooter e avvisare quelli che si trovano nelle vicinanze non appena entra in un marciapiede o in un’altra area geo recintata, garantendo la sicurezza sia dei ciclisti che dei pedoni. Questo livello di calcolo granulare migliora le capacità di geo-fencing che le precedenti soluzioni basate su Gps non erano in grado di fornire, in particolare durante il tracciamento in città urbane ad alta densità.

“In Helbiz, ci dedichiamo a fornire servizi di micromobilità sicuri ed efficienti alle città in cui operiamo”, ha affermato Vivian Myrtetus, Head of Partnerships & Policy di Helbiz. “L’integrazione della tecnologia PathPilot di Drover – ha aggiunto – ci aiuterà a far rispettare meglio le normative locali e creare un’esperienza più sicura sia per i ciclisti che per i pedoni. Siamo entusiasti di collaborare con Drover mentre portiamo avanti i nostri sforzi di espansione”.

Attraverso l’integrazione di telecamere di bordo, mappatura avanzata precisa e intelligenza artificiale, PathPilot raccoglie i dati da ogni corsa per aumentare l’efficienza operativa. Ha anche il vantaggio di generare una telemetria molto più granulare associata al movimento dei veicoli della flotta, fornendo informazioni utili sull’uso della flotta e sui comportamenti dei conducenti. Helbiz può quindi condividere le informazioni con la città per aiutarla a identificare le aree che potrebbero beneficiare di miglioramenti delle infrastrutture.

“Drover è entusiasta di collaborare con Helbiz per introdurre PathPilot in nuovi mercati a sostegno dei loro sforzi per far crescere la micromobilità condivisa in modo sicuro e responsabile”, ha affermato Alex Nesic, co-fondatore e Chief Business Officer di Drover AI. “La micromobilità ha un enorme potenziale – ha proseguito – per il trasporto urbano in Europa” e “Drover è orgogliosa di poter utilizzare la nostra tecnologia per affrontare le maggiori preoccupazioni che attualmente limitano l’accettazione e la crescita più ampia del settore”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata