Il giovane talento azzurro eliminato dal campione spagnolo in due set col punteggio di 7-5, 6-4

Ancora troppo forte Rafa Nadal per Jannick Sinner. Il campione spagnolo, numero 3 del Mondo, ha battuto il giovane tennista azzurro, numero 18 ATP, nel secondo turno degli Internazionali d’Italia al Foro Italico di Roma. Nadal si è imposto in due set con il punteggio di 7-5, 6-4 in 2 ore e 10 minuti al quarto match point. Negli ottavi di finale il maiorchino affronterà il canadese Denis Shapovalov, semifinalista lo scorso anno al Foro. Sinner lascia Roma a testa alta, avendo giocato alla pari con il 9 volte campione a Roma per tutta la partita e dimostrando i progressi notevoli anche in termini di personalità. Non a caso alla fine è stato lo stesso Nadal a riconoscere i meriti dell’azzurro: “Jannick è un giocatore incredibile e farà una buonissima carriera. Oggi per me è una vittoria molto buona, importante contro un ottimo giocatore”, ha dichiarato. Dopo il confronto perso contro Novak Djokovic a Montecarlo, Sinner ha saggiato le sue qualità contro il re indiscusso della terra battuta. Se il buongiorno si vede dal mattino, l’altoatesino può davvero entrare nella storia del tennis italiano.

Fuori Sinner, passano invece il turno Matteo Berrettini e Lorenzo Sonego. Il 25enne romano, n.9 del ranking e nona testa di serie, reduce dalla finale del torneo ATP Masters 1000 di Madrid, si qualifica per gli ottavi di finale battendo in due set l’australiano John Millman con il punteggio di 6-4, 6-2 in 1 ora e 19 minuti di gioco. Nel prossimo turno Berrettini affronterà il temibile greco Stefanos Tsitsipas, testa di serie numero 5, che ha battuto il croato Marin Cilic per 7-5, 6-2. “Sarà una bella partita, lui ha dimostrato di poter giocare bene su tutte le superfici. Vedremo come andrà”, ha dichiarato Berrettini. Il piemontese Sonego, numero 33 Atp, si è invece aggiudicato il derby azzurro con Gianluca Mager, numero 90 del ranking. Sonego si è imposto con il punteggio di 6-4, 6-4 e ora troverà il fortissimo Dominic Thiem. L’austriaco, numero 4 del tabellone, ha battuto l’ungherese Marton Fucsovics con il punteggio di 3-6, 7-6, 6-0. Si ferma al secondo turno il cammino di Stefano Travaglia. L’azzurro, numero 69 della classifica Atp, si è arreso al forte canadese Denis Shapovalov, numero 13 del seeding, che si è imposto in due set per 7-6 (2), 6-3 in 1 ora e 36 minuti.

Per quanto riguarda gli altri big, non sono mancate le sorprese sia in campo maschile che femminile. Tra gli uomini il russo Daniil Medvedev, numero 2 del Mondo e terza testa di serie, è stato eliminato dal connazionale Arslan Karatsev in due set con il punteggio di 6-2, 6-4. Passano il turno Alexander Zverev e Andrey Rublev. Il tedesco, numero 6 del seeding, ha battuto il boliviano Hugo Dellien per 6-2, 6-2. Il russo, numero 7, ha sconfitto il tedesco Jan-Lennard Struff per 6-7 (7), 6-1, 6-4. Tra le donne volano agli ottavi la numero 1 Ashleigh Barty, Elena Svitolina e Karolina Pliskova. Lasciano invece il Foro Italico la giapponese Naomi Osaka, la campionessa uscente Simona Halep (costretta al ritiro) e soprattutto Serena Williams. La veterana americana, che giocava la sua millesima partita nel circuito, è stata eliminata dall’argentina Nadia Podoroska con il punteggio di 7-6, 7-5.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata

Tag:,