Balotelli su copertina Sports Illustrated: Razzismo non si può cancellare ma combattere

Roma, 21 ago. (LaPresse) - "Il razzismo non si può cancellare. E' come le sigarette: non puoi smettere di fumare se non lo vuoi e non puoi fermare il razzismo se la gente non vuole farlo. Io, dal canto mio, farò tutto il possibile per aiutare a fermare questa piaga". Lo dice Mario Balotelli in una lunga intervista concessa alla rivista americana Sport Illustrated, dove campeggia in copertina. Balotelli parla a tutto campo, dal presidente degli Usa, Barack Obama, "non mi interesso di politica ma credo sia un grande uomo e può rappresentare un nuovo inizio per tutti", al rapporto con Silvio Berlusconi: "Ogni tanto ci parliamo ma non è una cosa costante", passando per l'amata Brescia: "La città dove andrò a vivere una volta finito di giocare a pallone perché lì mi sento rilassato".

Tornando sul razzismo nel primo incontro di campionato il Milan sfiderà il Verona, società i cui tifosi in passato si sono resi protagonisti di cori razzisti: "Spero non diranno niente - racconta Balotelli - se lo faranno? Cercherò di segnare con tutta la mia forza e dopo averlo fatto dirò qualcosa io". Balotelli allo stesso tempo assicura che, in caso fosse oggetto di cori razzisti, comunque non lascerà il campo come fatto dal compagno Kevin Prince Boateng nell'amichevole della scorsa stagione contro la Pro Patria. Il motivo però è solo "quella stupida regola" ovvero quella che rende possibili sanzioni per chi abbandona il terreno di gioco di sua spontanea volontà. Balotelli, infine, definisce "un sogno" quello di alzare la Coppa del Mondo ed a chi gli chiede se il suo obiettivo sia quello di diventare il miglior giocatore del mondo risponde con un serafico "ci sto lavorando".

Balotelli, commenta via Twitter il pareggio per 1-1 ottenuto ieri sera sul campo del Psv Eindhoven nella gara di andata del turno preliminare di Champions League. "Buongiorno a tutti... sono molto arrabbiato per ieri. Ma avremo un'altra chance", scrive in lingua inglese concludendo poi il tweet con un eloquente "Forza Milan".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata