La popstar intervenuta nel processo, fan fuori dal tribunale all'urlo di #FreeBritney

A Los Angeles ferve l’attesa. E’ arrivato il momento, infatti, nel quale finalmente Britney Spears potrà dire la sua sulla tutela da parte del padre che da 13 anni gestisce il suo denaro e i suoi affari. Oggi la popstar interverrà nel processo, anche se solo virtualmente e non in presenza, mentre fuori dal tribunale già iniziano a raccogliersi i suoi fan all’urlo di #FreeBritney. La giudice della Corte Superiore di Los Angeles, Brenda Penny, ascolterà la sua versione dei fatti. Il suo avvocato, Samuel Ingham III, ha presentato la richiesta durante l’udienza del 28 aprile ma non ha fornito alcuna indicazione su ciò che la cantante 39enne vuole dire.

In recenti atti giudiziari, la Spears ha chiesto di avere più voce in capitolo su chi gestisce la sua tutela e ha chiesto che il padre, che ha avuto un ampio potere sulla sua vita e sul denaro per la maggior parte della sua esistenza, venga rimosso. Il giudice ha rifiutato di rimuovere completamente James Spears, anche se ora svolge un ruolo minore. È co-conservatore delle sue finanze insieme alla società di gestione immobiliare Bessemer Trust e nel 2019 ha ceduto il suo ruolo di tutore delle scelte di vita di sua figlia a un professionista nominato dal tribunale.

Theater-Britney Spears

Theater-Britney Spears

La causa di Britney

Spears ha già parlato in tribunale durante la causa, ma le trascrizioni sono sempre rimaste secretate. E’ stata lei stessa, però, a chiedere maggiore trasparenza e la giudice ha così permesso che le sue dichiarazioni venissero, d’ora in poi, rese pubbliche. Intanto, però, il New York Times è venuto in possesso di alcuni documenti confidenziali dai quali emerge come la popstar si sia espressa fortemente contro la tutela da parte del padre, fin dal 2016, affermando che limitava la sua vita, fino ad arrivare a scegliere il colore dei mobili della cucina. “Ha espresso la sensazione che la tutela sia diventata uno strumento oppressivo e di controllo contro di lei”, scriveva un investigatore del tribunale in un rapporto del 2016. Stasera, un ulteriore capitolo della saga. Che però, finalmente, potrà far sentire al pubblico dalla viva voce di Britney Spears la sua versione dei fatti.

 

Le parole della popstar

Britney Spears ha chiesto al giudice di porre fine alla tutela legale affidata al padre James che controlla i suoi affari e il suo denaro dal 2008. La richiesta è arriva nel corso di un’udienza a Los Angeles con le sue prime parole pronunciate in tribunale. La popstar ha definito la tutela legale, che va avanti da 13 anni, “abusiva”. “Voglio porre fine a questa tutela”, ha detto Spears in un lungo discorso condito dall’emozione, durante il quale si è scagliata contro l’accordo legale e suo padre, che lo ha controllato per la maggior parte della sua esistenza. “Questa tutela mi sta facendo molto più male che bene. Merito di avere una vita”, ha sottolineato.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata