Arriva la serie documentario che racconta le vicende del giornalista siciliano Pino Maniaci

“Cosa accade quando chi cerca di sconfiggere il crimine organizzato è accusato di essere un criminale?”. Per scoprirlo manca poco: il 24 settembre, infatti, debutterà su NetflixVendetta, guerra all’Antimafia” (titolo inglese: “Vendetta, truth lies and the mafia”), una serie tv documentario, scritta e prodotta da Ruggero di Maggio e Davide Gambino per Mon Amour Films e Nicola Moody, David Herman e Jane Root per Nutopia.

vendetta-guerra-allantimafia

Vendetta, guerra all’antimafia @youtube

La serie racconta la storia del giornalista siciliano Pino Maniaci, volto di Telejato, famoso per le sue inchieste contro Cosa Nostra, e soprattutto per aver portato alla luce la cattiva gestione da parte del Tribunale di Palermo dei beni sequestrati, sotto la presidenza dell’ex giudice Silvana Saguto. Quest’ultima, a sua volta, ha accusato il giornalista di Saguto di essere un portavoce della mafia che cercava di offuscare la sua reputazione.

Vendetta, guerra all’antimafia: il racconto della lotta di Maniaci

A raccontare su Netflix le vicende è lo stesso Maniaci, che nel corso degli anni è stato anche accusato di estorsione e diffamazione. La serie mostra interviste, testimonianze di familiari e documenti inediti ora che entrambi i processi, sia quello a carico di Silvana Saguto che quello a Pino Maniaci, si sono conclusi in primo grado. Nell’ottobre 2020, infatti, Silvana Saguto è stata riconosciuta colpevole di corruzione e condannata in primo grado a 8 anni e 6 mesi. Nell’aprile 2021, invece, Pino Maniaci è stato assolto in primo grado per estorsione e condannato per diffamazione ad 1 anno e 5 mesi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata