Nella nuova serie comedy di Disney+ tre vicini di casa si trovano a risolvere un mistero

La coppia è finalmente riunita. Steve Martin e Martin Short sono di nuovo insieme in “Only Murders in the Building”, serie comedy avvolta dal mistero che ha appena debuttato su Hulu e Disney+. La serie, creata dallo stesso Steve Martin e da John Hoffman, è composta da 10 episodi e ha già raccolto numerosi consensi. Accanto a loro c’è Selena Gomez, a formare un trio di vicini di casa ossessionati dal crimine e, inaspettatamente, coinvolti in un caso da risolvere.

Steve Martin e Martin Short tornano a fare coppia, dopo le indimenticabili performance nel grande successo degli anni 90 “Il padre della sposa” (che ha avuto due seguiti “Il padre della sposa 2” e “Il padre della sposa 3”).

Al debutto della serie tv, proprio Steve Martin ha raccontato alcuni divertenti aneddoti sulle riprese dello show e sui suoi “vicini di casa” nell’appartamento dell’Upper West Side. “Dovevamo ascoltare questi brani”, ha raccontato Martin riferendosi a “WAP”di Cardi B e Megan Thee Stallion e “I Love It” di Kanye West e Lil Pump. “Pensavo che fosse così politicamente scorretto, non sapevo come fare”, ha raccontato in un’intervista a “Usa Today” e ha poi ringraziato la sua “insegnante” di rap Selena Gomez.

Only Murders in the Building

Only Murders in the Building @youtube

Steve Martin: Selena Gomez è stata fantastica in Only Murders in the Building

Proprio sulla cantante e attrice 29enne, Martin ha detto che lui e Short si sono innamorati di Selena Gomez dopo la lettura della sceneggiatura su Zoom. “Dopo aver riattaccato, io e Marty ci siamo chiamati e ci siamo detti: ‘È fantastica!'”, ha ricordato. “Questo è esattamente quello che vogliamo. È perfetta perché è così diversa da noi”.

Il co-creatore e co-sceneggiatore di Only Murders in the Building, John Hoffman, ha confermato che tra i tre, nel corso delle riprese, si è creato un grande affiatamento. “Abbiamo avuto il vantaggio che si scoprissero l’un l’altro all’interno dello show, e questo è stato di grande aiuto per trovare il proprio ritmo come trio”, ha concluso Hoffman.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata