Due giorni di proiezioni senza interruzioni, con la partecipazione di autori, registi, produttori e attori che riaccoglieranno il pubblico in sala

Dal 2 luglio e fino alle ore 20 del 4 luglio in tutta Italia si svolgeranno le “Notti bianche del cinema”. Una maratona di 48 ore, per far ripartire il cinema e riportare il pubblico in sala. Il tutto con autori, registi, produttori e attori, per abbattere le distanze che hanno caratterizzato l’ultimo anno.  Un evento “volto a far riscoprire la bellezza della visione sul grande schermo”, ha detto la madrina Monica Bellucci.

notti-bianche

Monica Bellucci

Notti bianche del Cinema: dove si svolgeranno

Una maratona di 48 ore di cinema no-stop in sale cinematografiche e arene di Bologna, Roma, Torino, Bari, Napoli, Palermo, Cagliari, Venezia, con una programmazione che includerà proiezioni, anteprime, incontri, omaggi. Per recuperare il tempo perso nell’ultimo anno. “In questo momento avere un contatto con il pubblico è fondamentale. Metterci la faccia e far capire quanta passione e quanto lavoro c’è dietro un film, che poi gli spettatori vedranno sullo schermo. Sono convinto che un pubblico che incontra un attore, un regista, uno sceneggiatore o un produttore aumenti la possibilità che le persone possano innamorarsi del cinema”, ha detto Paolo Genovese, che riproporrà “Una famiglia perfetta”, sua pellicola del 2012.

Notti bianche del Cinema: programma ed eventi

Sarà possibile assistere alle “Notti bianche” con un unico biglietto agevolato, partecipando in completa sicurezza e riabbracciando la cultura, ma anche il piacere della socializzazione. Tra le anteprime in programma: “Occhi Blu” di Michela Cescon con Valeria Golino e “Penguin Bloom” di Glendyn Ivin con Naomi Watts. E ancora, maratone dedicate a Dario Argento, Quentin Tarantino, Wes Anderson, Fantozzi. Senza dimenticare i “film del cuore” scelti dagli stessi artisti che li presenteranno in sala.

“Quando io, Pierfrancesco Favino e Luigi Lo Cascio frequentavamo l’accademia, passavamo le ore a parlare di questo lavoro”, ha spiegato Fabrizio Gifuni a proposito di “Indagine su un cittadino al sopra di ogni sospetto” di Elio Petri. Proprio Favino presenterà “Io la conoscevo bene” di Antonio Pietrangeli. “C’è la necessità di rimettere al centro il cinema. Andare in sala significa dedicarsi al proprio benessere. Noi dobbiamo essere bravi a raccontare che andare al cinema è fico”, ha detto l’attore romano.

Tra gli altri film in programmazione: “La terra dei figli” di Claudio Cupellini, “18 regali” di Francesco Amato presentato da Vittoria Puccini, “Cosa sarà” di Francesco Bruni, “Padrenostro” di Claudio Noce. Saranno moltissimi gli artisti che accoglieranno il pubblico, e lo riporteranno al cinema. Tra questi: Marco Bocci, Pierfrancesco Favino, Irene Ferri, Camilla Filippi, Anna Foglietta, Paolo Genovese, Fabrizio Gifuni, Sabina Guzzanti, Edoardo Leo, Valentina Lodovini, Elena Sofia Ricci, solo per citarne alcuni.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata