Milano, 13 nov. (LaPresse) – In considerazione della gravità del momento, la presidente Piera Detassis e il consiglio direttivo dell’Accademia del Cinema Italiano all’unanimità hanno deciso che, esclusivamente per l’anno in corso, siano considerati eleggibili per le candidature dei Premi David di Donatello 2020/21 tutti i film italiani la cui uscita era stata prevista in origine per la sala e che invece, a causa dell’emergenza epidemica e della chiusura dei cinema in diversi periodi dell’anno, sono stati diffusi attraverso le piattaforme streaming e VOD (video on demand). Lo comunica l'organizzazione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata