Torino, 10 giu. (LaPresse) – Danza contemporanea, suggestioni teatrali, cinematografiche, poetiche o circensi, con influenze hip-hop e sperimentazioni in 3D. E’ questa l’anima di Torinodanza, il festival diretto da Gigi Cristoforetti e realizzato dal Teatro Stabile di Torino, in programma dal 9 settembre al 4 novembre.

In cartellone per quest’edizione 19 spettacoli, 26 rappresentazioni, 5 prime nazionali, 7 coproduzioni e 15 compagnie ospitate provenienti da 7 diverse nazioni (Argentina, Belgio, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi e Stati Uniti).

La rassegna si apre con ‘Kiss & Cry’ di Michèle Anne De Mey e Jaco Van Dormael, una favola moderna a metà tra cinema e danza, e che vede protagonista Alain Platel, sostenuta da una quarantina di musicisti. Sasha Waltz, regina della coreografia contemporanea, presenta ‘Impromptus’, uno dei sui capolavori. Per chi è interessato alle sperimentazioni visive ecco ‘Kamp’ di Hotel Modern, un racconto che illumina il lato oscuro dell’uomo.

In programma anche una danza più ‘classica’, con le linee interpretative di Andonis Foniadakis e Michele Di Stefano con Aterballetto o una danza ibridata con l’acrobazia, nella virtuosistica e misteriosa apparizione dei 22 interpreti della Compagnia XY. In Torinodanza 2015 non mancano le sorprese: come nello straordinario incontro di hip-hop e proiezioni in 3D dei Käfig o nel piccolo e prezioso Chut di Fanny de Chaillé. E, per finire, Torinodanza propone una serata speciale che accomuna Benjamin Millepied – celebre per la sua innovativa direzione del ballo all’Opéra di Parigi e per le coreografie cinematografiche de ‘Il cigno nero’ – e il grandissimo William Forsythe, con uno dei suoi capolavori. Una rassegna importante, che secondo Cristoforetti è rivolto “verso chi ama scoprire universi curiosi e originali, anche al di là dei confini disciplinari della danza. Attraversare le barriere è una delle dimensioni caratteristiche del nostro tempo, di volta in volta accompagnata dal senso della scoperta e dell’opportunità, oppure della fuga e del dramma”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata