New York (New York, Usa), 5 apr. (LaPresse) – Jennifer Aniston vuole portare ‘Friends’ a Broadway. Sembra che l’attrice 45enne stia portando avanti le trattative per trasformare la sitcom durata dal 1994 al 2004 che le ha dato notorietà in un musical da “milioni di dollari” con protagonista Lea Michele, e che desideri che la cantante Sheryl Crow sovrintenda il progetto. “Jen si è innamorata dell’idea di un musical di ‘Friends’ pronto per Broadway” ha riferito una fonte al sito di gossip RadarOnline. “Si è arrivati al punto in cui sta discutendo apporofonditamente con la sua amica Sheryl Crow perché crei della musica in stile anni ’90 per il progetto, che naturalmente avrebbe un gruppo di attori totalmente nuovi ad interpretare le versioni giovani delle stelle di ‘Friends’, ormai più che 40enni”.

La bionda attrice è entusiasta e convinta che il progetto sia tanto buono quanto fattibile, con pochi ostacoli da superare. “Jen ha detto agli amici che la vulcanica cantante di ‘Glee’ Lea Michele sarebbe la Rachel perfetta per il progetto – ha aggiunto l’insider – diventa semplicemente questione di convincere un buon amico di Jen, il profduttore esecutivo della Warner Bros Peter Roth, della bontà dell’idea. I creatori dello show possono effettivamente venire bypassati se Jen ottiene il lasciapassare dello studio. Jen pensa che l’idea sia esilarante e troppo divertente per lasciarla passare, e ne parla scherzosamente come ‘la sua idea da un milione di dollari'”.

La ex Rachel di ‘Friends’ in passato ha messo un freno alle voci secondo cui lei e i suoi ex compagni di cast, Courteney Cox, Lisa Kudrow, David Schwimmer, Matt LeBlanc e Matthew Perry, stessero pensando di recitare insieme in un film basato sulla sitcom. “Non riesco a immaginare di farlo – aveva detto nel 2012 all’Hollywood Reporter – Non sarebbe normale. ‘Friends’ è nel vostro salotto, non in un cinema. Per me non ha senso, andrebbe contro il suo autentico sé”. Ma un musical a Broadway, con un’altra struttura e una nuova generazione di attori, sarebbe tutta un’altra storia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata