La Regione condivide il patrimonio librario e i documenti storici

La cultura che produce cultura: nasce in Lombardia ‘Digiteca’, la nuova piattaforma digitale per la condivisione del patrimonio librario e dei documenti storici della Regione al servizio di studenti, docenti e cittadini. Voluto dalla direzione generale Autonomia e cultura e finanziato dal Fondo Por Fse 2014-2020, il progetto è stato sviluppato con il supporto di Formez Pa – il Centro servizi, assistenza, studi e formazione per l’ammodernamento della pubblica amministrazione – e di Aria spa, l’Azienda regionale per l’innovazione e gli acquisti. Obiettivo della Digiteca è valorizzare e rendere fruibile il patrimonio di risorse digitalizzate lombarde. In altri termini, Digiteca è ‘la porta’ che permetterà agli studenti e agli insegnanti delle scuole superiori lombarde, ai ricercatori e ai cittadini, di accedere ai documenti della Biblioteca digitale lombarda e dell’Archivio di etnografia e storia sociale, che contano un totale di oltre 6 milioni di file, fra audio, immagini, audiovisivi, biblioteca. Tra le collezioni che potranno essere consultate c’è anche il Reil, il Registro delle Eredità immateriali lombarde. Gli studenti potranno così svolgere ricerche e creare mappe concettuali assegnate dai docenti. Una volta conclusi, gli elaborati potranno essere reinseriti nella piattaforma stessa, in un sistema di circolarità e messa a disposizione di materiale culturale basato sulla documentazione storica e attuale certa e affidabile. Un servizio anche a favore dell’inclusione digitale, per superare il gap fra la popolazione che più facilmente accede alle risorse digitali rispetto a quei cittadini che incontrano difficoltà.

Il progetto e la piattaforma saranno presentati domani, 31 maggio, nel corso dell’evento in streaming ‘La cultura crea cultura’, alla presenza per il Formez del presidente Alberto Bonisoli, e del responsabile del progetto, Santino Luciani. L’appuntamento è dalle 15.30 alle 17.30, all’indirizzo https://go.dotslot.eu/digiteca-live. On-line da maggio, Digiteca si pone nel panorama delle digital library lombarde come un importante ampliamento delle risorse informative digitali. L’attività di riproduzione digitale si estende infatti anche a musica, stampa, manoscritti, erbari, collezioni di beni naturalistici e beni storico-artistici: fotografie, stampe, disegni e dipinti. Il progetto ha come obiettivi generali sia la valorizzazione sia una più immediata fruizione del patrimonio di risorse digitalizzate, attraverso lo sviluppo di competenze per la costruzione di nuovi percorsi didattici, incluso l’empowerment del personale delle scuole secondarie in Lombardia.

Oltre ad essere una somma di risorse già presenti, Digiteca si fa ‘sistema’, offrendo a studenti, insegnanti, ricercatori e cittadini, un apparato documentario complesso ma agevole, integrato e stimolante. Attraverso l’esplorazione delle banche dati, favorita da un impianto interattivo e inclusivo, ogni utente può farsi portatore di cultura, creando nuovi prodotti rimettendoli a disposizione di altri utenti. Grazie collaborazione con alcune scuole ‘pilota’, è già stato avviato il progetto Digiteca Lab, in cui docenti e studenti realizzeranno dei video di valorizzazione del territorio partendo proprio dai documenti digitalizzati e presenti all’interno della piattaforma. Il corso mette al centro il saper fare cultura dei ragazzi, affiancati da un team di professionisti nella creazione di un video che sfrutta le risorse delle digital library per raccontare il territorio con i loro occhi. Il risultato del lavoro sarà poi visibile sui canali ufficiali di comunicazione del progetto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata