Il commissario all'emergenza parla dal Piemonte, dove il governatore Cirio ha presentato il piano scuola

Sulla scuola “L’obiettivo finale è portare in presenza tutti”. Lo dice il commissario straordinario all’emergenza Francesco Paolo Figliuolo, in visita a Torino, dove è stato presentato il Piano Scuola per la riapertura di settembre in Piemonte. “Ne và del benesere personale e sociale dei nostri ragazzi. Non possiamo permetterci un anno come quello che abbiamo passato”, ha aggiutno intervenendo all’hub vaccinale Nuvola Lavazza di Torino. Poco prima intervistato su Canale 5, il commissario aveva chiarito che “la comunità scientifica dice che i vaccini sono sicuri per la popolazione dai 12 anni. Dobbiamo riaprire le scuole, è un imperativo categorico. La scuola in presenza fa bene allo sviluppo sociale dei bambini”. Così il commissario per l’emergenza Coronavirus, Francesco Paolo Figliuolo, ai microfoni di di ‘Morning News’, su Canale5.

Ancora incertezze sull’obbligatorietà del vaccino a scuola: “in questo momento non sono in grado di dirlo, aspettiamo come vanno i dati. Poi sono decisioni che vengono prese a livello di cabina di regia e di Consiglio dei ministri“, ha spiegato Figliuolo. “Ognuno deve scegliere in funzione della propria coscienza. Il vaccino è libero – ricorda – ma vaccinandoci salviamo la nostra vita e quella di chi ci sta vicino“.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata