Del Rio dopo il vertice M5S-Pd a Palazzo Chigi: "Passi avanti sul programma"
Del Rio dopo il vertice M5S-Pd a Palazzo Chigi: "Passi avanti sul programma"

Il capogruppo dem alla Camera: "Adesso il presidente Conte si incaricherà di fare una sintesi quasi definitiva del lavoro di oggi". Entro domani incontro premier-Di Maio-Zingaretti 

Sul programma, dopo l'incontro di oggi a Palazzo Chigi, "si sono fatti passi avanti". Lo ha detto il capogruppo del Pd alla Camera, Graziano Delrio, uscendo assieme al suo collega del Senato Andrea Marcucci, dopo l'incontro con i capigruppo M5S e il premier incaricato Giuseppe Conte a Palazzo Chigi. Abbiamo continuato l'approfondimento dei dossier, insieme al presidente del Consiglio incaricato. Quindi abbiamo fatto ulteriori passi avanti. Adesso il presidente si incaricherà di fare una sintesi quasi definitiva del lavoro di oggi", ha aggiunto Del Rio. Parla anche il capogruppo alla Camera del M5s  Francesco D'Uva: "Chiarimento con Pd? Non siamo interessati, vogliamo parlare di temi, di programmi e di quello che serve al Paese. Segnale da incontro Conte-Mattarella? Dovete chiedere a Conte", le parole dell'esponete pentastellato.

E dovrebbe tenersi tra stasera e domani un incontro tra Conte, il capo politico del M5S Luigi Di Maio e il segretario Pd Nicola Zingaretti. Il faccia a faccia sembra necessario per sciogliere i nuovi nodi politici in vista della formazione del governo giallo-rosso. Per quanto riguarda il tavolo odierno con i capigruppo, secondo quando si apprende, si parla di un incontro positivo, con punti di intesa su una possibile riduzione del cuneo fiscale. Conte ha intenzione di redigere un documento di sintesi da sottoporre ai due partiti entro lunedì, prima di nuove consultazioni con le parti sociali.

Fonti del Pd poi fanno sapere che nell'incontro di oggi tra la delegazione dem, quella M5S e Conte sono state accolte gran parte delle proposte del Partito democratico, a partire dal taglio del cuneo fiscale a favore dei lavoratori, da una nuova legge sull'immigrazione, dal blocco dell'aumento dell'Iva e dallo sblocco immediato delle infrastrutture.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata