Così il leader della Lega a margine di un incontro con i sindacati a Roma

(LaPresse) “Le armi rinviano la pace e creano morte e disoccupazione in Italia. Qui c’è il rischio di avere un autunno e un inverno di tensione sociale. Prima finisce la guerra meglio è. Io sto lavorando per il cessate il fuoco, chi vuole la pace ha buon senso, chi parla solo di guerra e armi non fa un buon servizio”, così Matteo Salvini, leader della Lega a margine di un incontro con i sindacati a Roma. “Prima ero da solo, ora sono in buona compagnia, lo dice anche il Santo Padre. Sono fiducioso perché ora in tanti parlano di pace. Dovranno decidere Russia e Ucraina, io lavoro per disarmare le parti in conflitto. Non spetta a me dire a Zelensky cosa deve fare. Sto lavorando in silenzio con tutti e se necessario andrò ovunque”, ha aggiunto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata