Il candidato sindaco della Capitale: "La politica non sia lo scambio su Roma"

(LaPresse) Carlo Calenda va all’attacco della sindaca di Roma Virginia Raggi. “Quando sono andati al governo, dopo aver detto no a tutto, hanno fatto tilt come i flipper”, ha dichiarato il leader di Azione e candidato sindaco della Capitale alle prossime amministrative, riferendosi agli esponenti del Movimento 5 Stelle. “Non è successo niente tranne negli ultimi sei mesi, che c’è campagna elettorale, con Raggi butta due centimetri di cemento ovunque e fa piste ciclabili, tra un po’ anche sulla discarica di Malagrotta, perché sono le uniche cosa che si possono fare in così poco tempo”, aggiunge l’ex ministro dello Sviluppo economico. Calenda poi si scaglia contro quei politici che parlano in modo chiaro e netto, citando il candidato del Pd nella Capitale Roberto Gualtieri e le sue dichiarazioni su eventuali ballottaggi: “Io sono diretto e ce l’ho molto con l’idea che la politica possa essere lo scambio su Roma”, sottolinea Calenda. “Io considero Raggi una pessima amministratrice – aggiunge – e al ballottaggio, se non ci sarò io, voterò il candidato migliore”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata